Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Ecosia, la riforestazione è sostenibile e a portata di clic

  1. Home
  2. Life
  3. Ecosia, la riforestazione è sostenibile e a portata di clic

Grazie al motore di ricerca sono stati piantati ad oggi più di 115 mila alberi solo in Brasile. Gli utenti che lo utilizzano riducono la Co2 e aiutano anche il web ad essere green

Bastano solo sessanta secondi per piantare un albero e salvare così un itero paese. Come? Usando www.ecosia.org, il primo motore di ricerca su internet che dona l’80% dei suoi proventi ad un programma di riforestazione in Brasile. Il tutto senza spendere un centesimo. Dalla sua nascita ad oggi, nel giro cioè di quasi 5 anni, è stata data la vita a ben 115.257 arbusti grazie a quasi 200 mila utenti attivi. Proprio come Google e siti affini, Ecosia guadagna soldi grazie alla pubblicità mostrata a fianco dei risultati della ricerca e li reinveste in progetti green.

 

In particolare, ad essere supportato è “Plant a Billion Trees” di The Nature Conservancy, che intende dare nuovo vigore alla Foresta Atlantica Brasiliana piantando oltre un miliardo di alberi locali. In questo modo si possono potenzialmente rimuovere 4 milioni di tonnellate di Co2 dall’atmosfera all’anno, oltre a restaurare i cicli naturali esistenti e fornire acqua a milioni di persone. Basti pensare che ogni qualvolta si clicca sulla pagina web per una ricerca vengono salvati mediamente due metri quadrati di foresta pluviale.

 

L’obiettivo di Ecosia non è però soltanto quello di piantare alberi. Il sito si preoccupa infatti anche di neutralizzare tutte le emissioni di anidride carbonica generate dalle ricerche dei naviganti, tra cui quelle dai server, dagli uffici e dai dispositivi elettronici. Il server di Ecosia, ad esempio, è alimentato per il 90% da energia idrica e per il restante 10% da energia eolica. Fornisce anche informazioni su come rendere la propria vita più sostenibile: c’è infatti la possibilità per aziende e soggetti privati di calcolare il proprio impatto sull’ambiente.

 

L’utilizzo di www.ecosia.org è molto semplice, impostandolo come motore di ricerca predefinito, oppure attraverso il componente aggiuntivo che si consiglia di installare perché aiuta a tenere traccia della quantità di foresta salvata. Il servizio offerto da Bing e Yahoo! Consente attività di routine del web con un occhio di riguardo all’ambiente. Caratteristica del motore di ricerca green è la trasparenza. Nonostante i dubbi sollevati nel tempo dai suoi detrattori, Ecosia pubblica mensilmente le relazioni sulle attività svolte e le ricevute delle donazioni.