Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Ecobonus e detrazioni 2018: guida alle agevolazioni

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Ecobonus e detrazioni 2018: guida alle agevolazioni

Ecobonus, Bonus mobili e Bonus green. Ecco cosa c’è da sapere su tutti gli incentivi per il risparmio energetico

Buone notizie per chi quest’anno ha deciso di ristrutturare e di migliorare l’efficienza energetica della propria casa. Grazie alla Legge di Bilancio del 2018 sono stati confermati Ecobonus e gli incentivi che permettono di detrarre parte delle spese sostenute per il miglioramento dell’edificio. Da quest’anno, inoltre, sarà possibile abbellire il proprio giardino di piante e fiori con il nuovissimo bonus verde.

Ecco una pratica guida per scegliere a quale sconto puntare prima di scegliere di fare interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche alla propria casa.

 

 

ECOBONUS 2018: DETRAZIONE DEL 65% PER RISPARMIO ENERGETICO

Con l’ultima Legge di Bilancio il Governo ha confermato l’Ecobonus 2018, ovvero la detrazione fiscale sulle spese sostenute sugli interventi rivolti al miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni.

Con l’Ecobonus 2018 è possibile usufruire della detrazione Irpef o Ires del 65% dei costi per interventi come:

  • l’involucro esterno dell’edificio;
  • l’installazione di pannelli solari;
  • la posa di schermature solari (scuri, tende e tapparelle);
  • la sostituzione di caldaie esistenti con caldaie a condensazione o con generatori di calore a biomasse;
  • l’acquisto, l’installazione e la posa in opera di sistemi domotici.

Per tutto il 2018 è possibile detrarre da un minimo di 30 mila euro fino ad un tetto massimo di 100mila euro, rimborsabili attraverso 10 rate annuali della stessa cifra.

Confermata anche la possibilità di detrarre una percentuale Irpef anche per gli interventi che interessano i condomini. Se i lavori di miglioramento interessano più del 25% dell’intero condominio è possibile detrarre fino al 70%, 75% se i lavori vanno a perfezionare le prestazioni energetiche invernali ed estive. I lavori condominiali devono essere effettuati tra il 1° gennaio fino a dicembre 2021.

 

ECOBONUS 2018: DETRAZIONE DEL 50% PER FINESTRE E CALDAIE

La novità dell’Ecobonus del 2018 è che la percentuale scende dal 65 al 50% per determinati interventi che interessano gli infissi e le caldaie. La Legge di Bilancio 2018, prevede la riduzione dell’importo detraibile per lavori più comuni come: sostituzione degli infissi, installazione di schermature solari e sostituzione di caldaie a condensazione e biomassa.

Per le caldaie a condensazione la detrazione, inoltre, è limitata ai prodotti di classe A. Se però oltre alla caldaia si installano le valvole termostatiche su tutti i termosifoni la detrazione rimane al 65%.

 

BONUS VERDE 2018

La grande novità del 2018 è il bonus verde, di cui vi abbiamo già parlato più approfonditamente. L’incentivo prevede una detrazione Irpef del 36% delle spese sostenute per la creazione e/o manutenzione degli spazi verdi, fino a un tetto massimo di 5mila euro per immobile. Questo incentivo è stato ideato per chi in questo 2018 ha voglia di apportare piccole modifiche volte ad abbellire il proprio giardino o terrazza. Possono beneficiare di questo nuovo sconto sulle tasse sia i condomini sia tutti i cittadini proprietari di ville o unità immobiliari.

 

SISMABONUS

Altra grande novità del 2018 è il Sismabonus. Questa nuova detrazione fiscale è dedicata a tutti i lavori che riescono, con un unico grande intervento di ristrutturazione, a ridurre il rischio sismico e contemporaneamente a migliorare le prestazioni energetiche dell'immobile. A partire dal 1° gennaio fino al 31 dicembre 2021, le famiglie e le imprese che effettuano interventi di riduzione di rischio sismico (in immobili ricadenti nelle zone 1,2 e 3) potranno detrarre:

-          fino al 70% delle spese se i lavori riescono a scalare una classe di rischio;

-          fino all’80% se la ristrutturazione permette di scalare due classi di rischio.

Per quanto riguarda i lavori di miglioramento sismico di parti di edifici condominiali la detrazione sarà:

-          80% se i lavori riescono a scalare una classe di rischio;

-          85% se la ristrutturazione permette di scalare due classi di rischio.

-           

DETRAZIONI DEL 50% PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

Con la nuova Legge di Bilancio 2018 sono state prorogate anche le detrazioni del 50% per ristrutturazioni edilizie di un edificio, fino ad un massimo di 96mila euro per unità immobiliare. Con questo bonus è possibile detrarre la metà delle spese che interessano interventi di manutenzione ordinaria (per parti comuni di edifici residenziali) e straordinaria (per le singole unità immobiliari).

Sono compresi nella detrazione del 50% sulle ristrutturazioni edilizie per il 2018 tutti quei lavori che hanno come effetto il miglioramento dell’efficienza energetica dell’abitazione, come l’istallazione di impianti a fonti rinnovabili.

 

BONUS MOBILI 2018

Confermato per un altro anno il bonus mobili 2018, l’agevolazione che permette la detrazione Irpef sull’acquisto di arredi e di grandi elettrodomestici. Con questo incentivo è possibile avere uno sconto fiscale del 50% dell’importo delle spese, fino a un massimo di 10 mila euro per appartamento.

Per usufruire della detrazione del 50% gli elettrodomestici devono rientrare nelle classi energetiche da A+ in poi, A per i forni. Nel bonus mobili sono compresi letti, armadi, divani e poltrone.

 

CONTO TERMICO 2018

Prorogato anche il Conto termico per tutto il 2018, basato su un fondo di 900 milioni annui da dividere tra Pubblica Amministrazione, privati e imprese. Con l’espressione Conto termico non si indica una detrazione fiscale, ma un rimborso da parte del Gse (Gestore dei servizi energetici). Questo pacchetto di incentivi è stato istituito dal Ministero dell’Economia e Finanze per promuovere le fonti rinnovabili e interventi di miglioramento dell’efficienza energetica. In base alla tipologia di lavori effettuati, il Gse è in grado di erogare incentivi fino al 65% delle spese sostenute. Nel Conto termico 2018 sono inseriti lavori di:

-          coibentazione;

-          sostituzione dei serramenti;

-          installazione schermature solari;

-          installazione di caldaie a condensazione, pompe di calore, stufe e camini a biomassa;

-          impianti solari termici;

-          tecnologia solar cooling.

 

 

IVA AGEVOLATA AL 10%

Per il 2018 è possibile, infine, effettuare lavori di miglioramento di edifici già esistenti applicando l’Iva al 10%. Sono compresi in questo incentivo interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, ristrutturazione, restauro e risanamento conservativo. Questo sconto sull’Iva è cumulabile con i precedenti incentivi.