Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Cosa fare se la lavatrice non carica acqua

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Cosa fare se la lavatrice non carica acqua

Se durante il ciclo di lavaggio nel cestello non arriva l’acqua allora potrebbero esserci degli elementi dell’elettrodomestico danneggiati, ecco quali

Quali sono le cause di una lavatrice che non carica acqua? Per un buon funzionamento dell’elettrodomestico è essenziale far controllare periodicamente lo “stato di salute” degli elementi che lo costituiscono. Tra i malfunzionamenti più comuni della lavatrice possiamo inserire quello che non permette all’acqua di entrare nel cestello, bloccando il lavaggio. Quando si imposta il ciclo di lavaggio può capitare che l’elettrodomestico non inizi a caricare acqua e le spie a led iniziano a lampeggiare. Questo difetto della lavatrice può essere determinato da vari fattori come: anomalie del pressostato o la rottura dell’elettrovalvola.

 

LA LAVATRICE NON CARICA ACQUA: COLPA DELL’ELETTROVALVOLA?

L’elettrovalvola è la parte finale del tubo idraulico che permette di regolare e monitorare il passaggio dell’acqua nel cestello. Se questo si riempie di acqua quando la lavatrice non è in azione, o al contrario, non arriva il liquido quando dovrebbe, probabilmente la valvola dell’acqua è danneggiata.

La valvola tende a rovinarsi soprattutto in inverno, quando il passaggio dell’acqua fredda in entrata la fa congelare portandola poi alla spaccatura. Se la lavatrice non carica acqua per questa ragione, probabilmente noterete anche alcune perdite di liquido nella parte posteriore della lavatrice, dove il tubo dell’acqua si collega all’elettrodomestico.  

Per i più esperti è possibile sostituire la valvola con una nuova, meglio se con l’aiuto ad un esperto. Prima della sostituzione è fondamentale reperire la valvola adatta al modello e alla marca della lavatrice. Potete trovarli anche su Amazon intorno ai 10-15 euro.

Prima di procedere alla sostituzione, mettetevi in sicurezza, staccando il contatore della corrente elettrica. Spostate la lavatrice in una posizione più comoda, perché dovrete alzare il coperchio superiore dell’elettrodomestico. Una volta alzata la parte superiore, procedete svitando le due viti e i connettori elettrici che collegano la valvola alla lavatrice. Successivamente staccate i due tubi neri dell’acqua rimuovendo le eventuali fascette. Continuate riposizionando e collegando il pezzo in sostituzione seguendo il procedimento inverso.

 

PRESSOSTATO DANNEGGIATO

Il pressostato è un elemento dell’elettrodomestico di forma cilindrica che si trova nella parte alta della lavatrice, sopra il cestello. Questo sensore monitora la pressione dell’acqua all’interno della vasca (o cestello) e di conseguenza determina l’entrata e l’uscita del liquido. In poche parole, è come se fosse un interruttore che si accende e si spegne con l’aumentare della pressione dell’aria, data dall’acqua. Se la lavatrice non carica acqua potrebbe essere colpa del pressostato danneggiato.

Il problema è causato dal blocco del sistema di spinta dell’aria, che resta intrappolata nel pressostato e di conseguenza non viene attivata l’elettrovalvola, bloccando l’entrata dell’acqua. Quando la lavatrice non carica acqua è perché il pressostato impedisce l’afflusso perché è come se rilevasse che la vasca è piena d’aria.

Controllare lo stato del pressostato è molto più complicato, per questo vi consigliamo di contattare il vostro tuttofare di fiducia.