Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Detrazione fiscale del 55%, l’Enea traccia il bilancio

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Detrazione fiscale del 55%, l’Enea traccia il bilancio

l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo sostenibile presenta il rapporto sull’andamento di questo tipo di incentivi che, fra il 2007 e il 2011 ha permesso investimenti per 3,3 miliardi

La detrazione fiscale del 55% per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio piace agli italiani. Il dato emerge dal rapporto Enea, presentato il 5 aprile. La grande diffusione sul territorio e il successo ottenuto da questo sistema di incentivazione dell’efficienza è confermato dai dati del quinquennio 2007-2011. Secondo l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo sostenibile, infatti, in questo periodo, circa il 5,5% del patrimonio edilizio nazionale ha subito un ciclo di riqualificazione energetica (parziale o globale) e che circa il 5% delle famiglie italiane ha beneficiato della campagna del 55%.

 

Secondo il rapporto, in questi 5 anni sono state avviate 280.700 pratiche totali. Gli investimenti complessivi hanno superato i 3,3 miliardi di euro, mentre il valore degli importi detratti è stato di circa oltre 1,8 miliardi di euro. Il risparmio in termini di energia primaria, invece, è stato di 1.435 Gwh/anno. Grazie a questo meccanismo, inoltre, è stata evitata l’immissione in atmofera di 305 mila tonnelate all’anno di Co2.

 

Stando alla fotografia scattata dall’Enea, il maggior contributo ai risultati ottenuti è da attribuire agli interventi di climatizzazione invernale, anche se non è stata la tipologia di intervento più diffusa numericamente sul territorio (27% del totale). Il primato spetta infatti alla sostituzione di infissi (59%). Proiettando questi dati al 30 giugno, si legge nel rapporto, “circa il 7% del patrimonio edilizio nazionale avrà subito un ciclo di riqualificazione energetica (parziale o globale) beneficiando di questo specifico sistema di incentivi”.

 

In termini di distribuzione il report rileva che il maggior numero di pratiche è si è avuto dalla Lombardia (22% del totale). Un grande contributo è arrivato anche dal Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna che hanno rappresentato il 38% delle richieste accettate.

 

L'Enea, nei giorni scorsi, ha messo online il portale per l'invio telematico della documentazione per interventi. Nel cosiddetto "decreto sviluppo", infatti, è prevista la proroga degli incentivi fiscali del 55% per la riqualificazione energetica realizzati fino al 30 giugno 2013.