Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Design industriale, 5 milioni per agevolazioni alle imprese italiane

  1. Home
  2. What's next
  3. Design industriale, 5 milioni per agevolazioni alle imprese italiane

Il bando Disegni+2 è un'iniziativa del MISE e Unioncamere, per le pmi che valorizzano disegni e modelli industriali da sfruttare anche in mercati esteri, nel segno del made in Italy

Il made in Italy riparte anche attraverso il design dei modelli industriali, grazie al bando pubblicato dal Ministero dello Sviluppo Economico e Unioncamere. Si chiama "Disegni+2" e mette a disposizione 5 milioni di euro per le pmi e le micro imprese che sappiano valorizzare il disegno industriale italiano e sfruttarlo al meglio anche in mercati internazionali. Funzionalità, ergonomia, estetica del prodotto possono migliorarne la produzione e la vendita, soprattutto se 

IL BANDO 

Le agevolazione che il bando garantisce sono concesse in forma di contributo in conto capitale, con un tetto massimo pari all'80% delle spese ammissibili. In sostanza le agevolazioni alle imprese sono finalizzate alll'acquisto di servizi specialistici esterni (consulenza legale e tecnica, ricerca dei materiali, analisi di mercato) che favoriscano la messa in produzione e la commercializzazione di nuovi prodotti correlati ad un modello o disegno registrato. La fese di produzione e messa in commercio sono separate: per la prima l'importo massimo previsto è di 65mila euro, mentre per la seconda arriva a 15mila. 

La domanda di agevolazione per i progetti va inviaa all'indirizzo disegnipiu2@legalmail.it a partire dal  6 novembre e sarà disponibile fino all'eseurimento delle risorse messe a disposizione dal bando. 

LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE 

Competitività e innovazione sono le parole chiave che il bando vuole incentivare nelle piccole e medie imprese italiane, ma soprattutto la lotta alla contraffazione che danneggia il made in Italy. Per questo l'iniziativa è stata promossa grazie alla Direzione Generale Lotta alla Contraffazione e all'Ufficio Italiano Brevetti, con particolare attenzione nell'ambito del design industriale. "Questo è uno degli ambiti di maggiore valenza strategica su cui dobbiamo concentrare i nostri sforzi per rilanciare la competitività del Paese - ha spiegato Ferruccio Dardanello, presidente Unioncamere -  La qualità che caratterizza oggi i prodotti dell’Italian Style, sommando tradizioni produttive a gusto e ricercatezza dei particolari estetici e funzionali, è un valore che va non solo difeso contro ogni contraffazione, ma concretamente promosso con iniziative come questa". 

 

@MarioLuongo6

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter