Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Davide Mazzanti, allenare con i Big Data

  1. Home
  2. What's next
  3. Davide Mazzanti, allenare con i Big Data

Tornano le Colazioni Digitali a tema Intelligenza Artificiale. L'ospite di settembre è il ct della nazionale di pallavolo femminile

Tre campionati italiani, due Supercoppe italiane e una Coppa Italia, a cui si aggiunge un argento nei Campionati mondiali di Giappone 2018 e il recentissimo bronzo ai Campionati europei di Ankara. È questo il palmares di Davide Mazzanti, allenatore della nazionale femminile italiana. 

Il ct sarà ospite del prossimo appuntamento delle Colazioni Digitali dal titolo "Sport&AI", l'occasione perfetta per farci raccontare da un pioniere del virtual coaching come l'Intelligenza Artificiale ottimizzi il suo lavoro e quello delle azzurre. 

L’allenatore è colui che mette le persone nella condizione di esprimere sé stessi. 
Davide Mazzanti 

MAZZANTI, PIONIERE IN SPORT TECH 

Possono i Big Data ottimizzare le prestazioni di una squadra di pallavolo e di conseguenza quelle del suo commissario tecnico?

Stanno provando a dare risposta a questo quesito i creatori di Math&Sport, startup nata da PoliHub, l’incubatore del Politecnico di Milano. In pratica l'algoritmo, creato dai ricercatori guidati da Alfio Quarteroni, elabora una grossa mole di dati - raccolti dalle telecamere in campo - e li "traduce" real time in indicazioni tattiche per migliorare gioco e risultati del team. 

Uno dei pionieri a essersi affidato alla tecnologia e all'analisi del Virtual Coach è proprio Davide Mazzanti. Il ct ha sfruttato l'algoritmo per migliorare le battute della sua nazionale di pallavolo femminile, che da poco si è qualificata per le Olimpiadi di Tokyo 2020

 

L'ALLENATORE GENTILUOMO  

Il coach delle azzurre, nato a Fano nel 1976, macina esperienza nelle piazze di Bergamo, Casalmaggiore, Conegliano, Piacenza, Ravenna e Roma prima di arrivare, nel 2017, alla guida della nazionale italiana.  

La passione per la pallavolo arriva negli anni del liceo. A 17 anni inizia a giocare a pallavolo ma dopo poco capisce che la panchina lo appassiona di più del campo da gioco. L’illuminazione arriva dopo aver assistito a un allenamento di Lorenzetti, attuale allenatore dell’Itas Trentino, che guidava la nazionale juniores. 

La grande occasione, nonché il primo contatto con la nazionale, arriva nel 2005 quando viene chiamato da Marco Bonitta, allenatore delle azzurre con le quali aveva già vinto l’oro nei mondiali di Germania 2002, a far parte dello staff tecnico in qualità di secondo allenatore. La collaborazione con le azzurre dura fino al 2012, prendendo parte sia ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 che a quelli di Londra 2012.

Davide Mazzanti sa interpretare il ruolo di allenatore in maniera autorevole ma mai autoritaria; uno dei suoi punti di forza è proprio la capacità di fare gruppo e riuscire a motivare le sue atlete facendole esprimere sul campo al meglio. “L’allenatore è colui che mette le persone nella condizione di esprimere sé stesse dal punto di vista della personalità, così come della peculiare sensibilità nel 'sentire' certe situazioni tecnico/tattiche. Secondo me, ogni persona ha un suo modo di fare le cose. Non esiste una tecnica giusta in assoluto, ognuno deve trovare le proprie soluzioni per essere il più efficace possibile; è l’allenatore che deve riuscire a guidare i singoli giocatori offrendo un ventaglio di soluzioni”. Questa è la summa della filosofia di leadership di Davide, un gentiluomo dentro e fuori dal campo.

L’approccio di Davide sta avendo successo. Le sue ragazze hanno conquistato domenica 8 settembre, ad Ankara, la medaglia di bronzo ai Campionati europei, tornando sul podio continentale dopo 10 anni.

 

A COLAZIONE CON LA NAZIONALE FEMMINILE DI PALLAVOLO 

Davide sarà ospite delle nostre Colazioni Digitali. L'evento sarà l'occasione per indagare la connessione tra lo Sport e l'Intelligenza Artificiale, in compagnia del ct, di Massimo Sideri, Editorialista del Corriere della Sera, e di Alessia Cruciani, Giornalista di Corriere Innovazione. 

Il primo appuntamento, dopo la pausa estiva, è fissato per giovedì 12 settembre, ore 9:00. L'evento si svolgerà presso la sede di Sorgenia, in via Alessandro Algardi, 4 a Milano. 

L’ingresso è libero e gratuito, previa prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti.
Per prenotare il vostro posto, scrivete a: colazionidigitali@sorgenia.it 



Le colazioni digitali di Corriere Innovazione in Sorgenia si pongono l’obiettivo di promuovere la cultura del rinnovamento in ogni aspetto della nostra vita. Dallo sport all’architettura, dalla musica alla salute, dall’energia all’impresa, dalla società al design fino ad arrivare all’istruzione. Un format giovane per conversazioni con personalità chiave in ciascun ambito tematico, guidate dai migliori giornalisti di Corriere della Sera per imparare a leggere i cambiamenti in atto nella società offrendo un "assaggio di futuro".

 

 

In copertina: WFF-01-ITALY vs POLAND (© CEV)