Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Crowdfunding, 10 consigli utili di guru e startupper di successo

  1. Home
  2. What's next
  3. Crowdfunding, 10 consigli utili di guru e startupper di successo

Ecco cosa suggeriscono esperti e imprenditori che hanno costruito realtà vincenti a partire dal sostegno in rete

Lanciarsi nel mondo delle startup non è facile. Il rischio è una componente fondamentale per chi decide di intraprendere la strada imprenditoriale dell'innovazioneEnergie Sensibili ha chiesto a Matteo Piras, presidente dell'Equity Crowdfunding in Italia e di Starsup, una delle tante piattaforme dove si incontrano startupper e investitori, quali sono gli ingredienti più importanti per una realtà di successo, e ha stilato una serie di 10 consigli per un’idea vincente e al passo con i tempi.

 

Al momento l'Italia è il primo Paese ad aver regolamentato tramite normativa l'utilizzo dell'equity crowdfunding, uno strumento che punta all'ampliamento della platea di founders. Sono diversi i portali autorizzati dalla Consob ad effettuare la raccolta di fondi per finanziare le startup innovative. Starsup è uno di questi, in particolare il primo in Italia ad aver aperto la strada a questo sistema di investimento

 

DEFINIZIONE PRODOTTO

1) “Il primo passo per il lancio della campagna – secondo Piras - è la definizione del prodotto che la startup di riferimento vuole immettere sul mercato. È importante verificare se il servizio disponibile è sperimentale o nuovo. Si tratta della prima fase, propedeutica a tutto il resto. Gli investitori hanno interesse a comprendere la natura dell’idea, per poterne valutare l'eventuale finanziamento.

 

COMPETENZE DEL TEAM

2) “Bisogna assicurarsi che il team della startup possieda le competenze necessarie grazie all’aiuto di esperti nel campo del marketing e di estrazione tecnico scientifico e finanziario”.

 

MERCATI PICCOLI

3) “Puntare, almeno inizialmente, sui mercati più piccoli dove è più facile avere riscontri e prime evidenze di mercato. Successivamente si potrà avere la possibilità di espandersi”.

 

DIMENSIONE INTERNAZIONALE

4) “Si deve la possibilità di sfondare a livello internazionale. Proporre in rete prodotti e servizi non solo a livello locale in Italia ma anche per eventuali mercati esteri può essere la chiave di svolta della nuova realtà”.

 

ATTRARRE GLI INVESTITORI

5) “È fondamentale rendere l'idea più comprensibile e più affascinante agli occhi dei possibili investitori”.

 

CAMPAGNA PUBBLICITARIA

6) “Dimostrare qualità e competenze del team per riuscire a mandare avanti il progetto. Infatti, non basta illustrare il programma online ma è necessario alimentare la campagna pubblicitaria promuovendo incontri e interviste. Inoltre è fondamentale lavorare e farsi promozione con i social network”. 

 

MIX FINANZIARIO

7) “Attenzione alla determinazione del mix finanziario necessario. Infatti, non è detto che tutte le risorse servano nell'immediato ma è necessario valutare anche le spese a lungo termine”.

 

CONTRIBUTI PUBBLICI E BANCARI

8) “Monitorare tutti i possibili contributi pubblici o leve bancarie per evitare di diluire nel tempo le quote della società. Per esempio, se la società ha bisogno di 100 milioni di euro può inizialmente richiederne 60 per lo sviluppo dell'impresa. La quota restante potrà essere reperita tramite i finanziamenti o le banche ma solo in una fase successiva”.

 

FABBISOGNO INIZIALE

9) “Determinare il fabbisogno iniziale con attenzione in modo da ottenere i primi risultati nell'immediato evitando la crisi”.

 

DURATA

10) “La campagna deve avere una durata compresa tra i 90 e 120 giorni. In Italia i tempi sono più lunghi rispetto agli altri Paesi esteri poiché gli investitori necessitano di tempo per comprendere al meglio il progetto”.