Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Creatività e risparmio ambientale: il successo di C-Cubo

  1. Home
  2. My generation
  3. Creatività e risparmio ambientale: il successo di C-Cubo

La startup napoletana ha creato il terzo laboratorio in Italia che fa arredi con il pallet. Christian Incoronato per #miaimpresa: “Ricicliamo materiali in disuso per creare oggetti dal design esclusivo”

Scrivanie, letti, librerie, tavoli e sedie. Sembrano oggetti comuni, rintracciabili in qualsiasi tipo di locale commerciale. Eppure quattro ragazzi, tutti rigorosamente under 30, hanno saputo reinventarli con originalità e innovazione, dando vita a C-Cubo, un laboratorio in cui si realizzano e si vendono mobili e suppellettili, tutti rigorosamente con materiale riciclato ed eco-sostenibile. Situato a San Giovanni a Teduccio, nella periferia Est di Napoli, C-Cubo utilizza il legno dei vecchi pallet che viene disassemblato, ripulito e ricostruito per trasformarlo in modelli unici e personalizzati, spesso derivanti dal gusto di chi li ordina.

 

“Siamo una realtà piuttosto giovane – racconta a Energie Sensibili  Christian Incoronato, uno dei soci della startup -. Soltanto otto mesi fa io e mio fratello abbiamo avuto questa idea, nata un po’ per gioco. Abbiamo provato a inserire su un portale online di vendita una nostra creazione e, dopo aver notato che il nostro divano in pallet aveva avuto una certa fortuna, abbiamo deciso di lanciarci in questo progetto imprenditoriale facendo leva sulla nostra originalità e sul riciclo innovativo di materiali in disuso per creare oggetti di arredo dal design esclusivo”.

 

 

 Sperimentazione è la parola d’ordine della startup napoletana: il legno impiegato viene ripulito, tagliato, levigato e lavorato minuziosamente ed ecologicamente. Tutte le pitture utilizzate sono ad acqua o derivanti dalla posa del caffè. In questo modo il risparmio non è solo ambientale, ma anche economico, per la grande disponibilità di materiali caduti in disuso da valorizzare.

 

 

“La nostra mission – continua Christian – è quella di mescolare le esigenze del cliente con una meticolosa lavorazione artigianale per ottenere un risultato unico nel suo genere. Siamo in continua evoluzione, oltre che una realtà autofinanziata. E siccome abbiamo sempre più bisogno di macchinari all’avanguardia per lavorare il legno e realizzare il design abbiamo anche tentato in passato la strada del crowdfunding, a cui credo ci appelleremo di nuovo tra non molto”.

 

 

C-Cubo nasce e cresce a Napoli. “Per noi è una sfida continuare a operare qui – sottolinea Incoronato -, con tutti i problemi che questo comporta. Ma ci crediamo e siamo molto orgogliosi di poterne fare parte. Attualmente siamo il terzo laboratorio in Italia che fa arredi con il pallet, dopo Torino e Roma, per cui speriamo di poter diventare un polo d’attrazione di investimenti anche per la nostra città. Ci stiamo occupando dell’allestimento di uffici e privati appartamenti, ma ci stiamo anche espandendo nella Capitale e a Pescara”.