Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Coworking, arriva anche a Milano il fenomeno Talent Garden

  1. Home
  2. What's next
  3. Coworking, arriva anche a Milano il fenomeno Talent Garden

Lo spazio, di 8500mq, vuole diventare un centro di riferimento europeo, puntando tutto sull'innovazione digitale e il concetto di condivisione sociale

Dopo due anni di lavoro il nuovo progetto di TAG Talent Garden è venuto alla luce. Uno spazio nel cuore di Milano da 8500mq destinato al coworking attraverso una rete di condivisione.

 

LA SEDE DI MILANO

Talent Garden è una piattaforma pensata per i talenti dell'innovazione che ricevono lo spazio, la community e i servizi necessari per lo sviluppo del business. Sono ben 13 le sedi di TAG, 10 in Italia e tre all'estero. L'ultima in ordine di nascita è proprio quella di Milano in via Calabiana. La struttura è composta da uno spazio in grado di ospitare eventi con 1000 persone, 400 postazioni di lavoro, un'università del digitale, 50 camere di hotel, caffetteria, terrazza e piscina sul tetto. Perché lo scopo del coworking non è solo la condivisione di un luogo ma anche un posto in cui la mission è diretta alla ricerca del “bisogno di socialità” che si riflette positivamente sul lavoro a scapito delle classiche strutture professionali “piramidali”.

 

PUNTO DI RIFERIMENTO IN EUROPA

La nuova sede è qualcosa di più di un semplice spazio, si tratta di uno dei più grandi HUB europei dedicati all'innovazione digitale e alla creatività attraverso una connessione con la manifattura digitale, la moda e il design che favoriscano l'incontro e la crescita di persone e imprese.

L'obiettivo infatti è quello di diventare il punto di aggregazione e di incontro per gli imprenditori digitali e creativi di tutta Europa. TAG Milano Calabiana è stato concepito come un laboratorio dove produrre e lavorare alle idee in modo che possano svilupparsi in tutte le loro fasi grazie a partnership strategiche con gli attori principali del settore tecnologico.

 

SPAZIO ALLE STARTUP

All'interno dello spazio saranno presenti molte realtà selezionate nel mondo digitale come Digital Magics, il più grande venture incubatorquotato in Borsa, che porterà a TAG Milano le proprie startup partecipate e gli investitori in modo da garantire un collegamento sempre più efficace con le imprese e una costante condivisione di idee e progetti da portare sul mercato

Il centro sarà aperto sette giorni su sette, 24 ore su 24, e può contare sull'adesione di oltre 250 persone mentre sono in fase di esaurimento i posti liberi che si possono prenotare sul sito ufficiale. 

 

COWORKING E SHARING ECONOMY

"All'interno di TAG si possono trovare freelancer, giornalisti, startup, web agency o piccole e medie aziende che hanno a che fare con il settore digitale e creativo - racconta  a EnergieSensibili l'Amministratore Delegato Davide Dattoli - In Italia il modello di coworking sta crescendo molto velocemente, ormai quasi ogni città ha almeno una sede, per non parlare di Milano che ne ha molteplici. Quando siamo partiti, nel 2011, eravamo tra  primi a parlare di concetto di condivisione, sia di idee che di spazi, ora invece grazie alla diffusione della sharing economy e di nuovi modi di fare business è diventata la normalità. Gli altri paesi europei sono più abituati a questi concetti, quindi il coworking è stato quasi un passo naturale, mentre in Italia abbiamo lavorato tantissimo per far capire tale cultura".


AGGREGAZIONE SOCIALE 

Questi spazi fungono da aggregatore sociale, consentono una maggiore libertà nell'organizzazione del lavoro che ne trae beneficio grazie alla condivisione di idee e alla conoscenza di nuove persone.

"Tutto all'interno dei nostri spazi è stato studiato per stimolare la collaborazione e la creatività - conclude Dattoli- le persone possono migliorare professionalmente e di conseguenza far crescere anche le aziende di cui fanno parte. Inoltre, il fatto di condividere tutti gli spazi sia con i colleghi che con i superiori aiuta il dialogo e il brainstorming continuo, abbattendo quei muri, non solo fisici, che erano presenti negli uffici tradizionali".