Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Così il disgelo Usa-Cuba aiuterà le imprese italiane

  1. Home
  2. What's next
  3. Così il disgelo Usa-Cuba aiuterà le imprese italiane

Secondo il vice-ministro allo Sviluppo economico Calenda la fine dell’embargo, annunciata dal Presidente statunitense Barack Obama, aumenterà le opportunità per le nostre aziende

Ci sarà spazio anche per le aziende italiane nel mercato cubano. A dirlo è il vice-ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, che ha commentato positivamente la fine delle tensioni tra l’isola caraibica e gli Stati Uniti. Secondo Calenda si tratta di “una svolta fondamentale nei rapporti tra Cuba e Usa, che prelude all'apertura di un importante mercato anche per le imprese italiane”.

 

CUBA, LA SVOLTA DIPLOMATICA

La crisi cubana comincia nel 1961, con il fallimento dell’operazione americana nella baia dei Porci e la rivoluzione di Fidel Castro. Da allora fino a oggi, per 53 anni, gli Stati Uniti hanno imposto al governo dell’isola un embargo totale, che ha avuto un impatto devastante sul livello di benessere della popolazione locale. L’economia cubana può infatti contare su pochissime risorse interne, principalmente sull’industria della pesca e su quella dello zucchero.

La svolta diplomatica arriva a fine 2014 con la liberazione all’Avana dell’uomo d’affari americano Alan Gross, accusato di spionaggio, a cui il governo di Washington ha risposto con la liberazione di tre spie cubane arrestate nel 2001. Nella vicenda ha giocato un ruolo anche l’intervento diplomatico di Papa Francesco, che gli stessi Raoul Castro e Barack Obama hanno ringraziato per aver favorito il dialogo tra i due Paesi.

 

LE OPPORTUNITA’ DELLE IMPRESE ITALIANE A CUBA

La comunità imprenditoriale italiana è già presente a Cuba, grazie a una serie di accordi tra i due governi, l’ultimo firmato nel 2009. La fine dell’embargo darà comunque nuova linfa alle aziende italiane che vogliono fare affari a Cuba. Tra i settori più promettenti in cui investire l’Associazione industriali Cuba-Italia suggerisce l’edilizia, il turismo, l’energia, il riciclo e l’industria leggera.

Proprio a questo proposito il vice-ministro Calenda ha annunciato una prima missione organizzata dal Ministero dello Sviluppo economico per sondare il terreno e valutare le opportunità per le imprese italiane a Cuba. Il viaggio dovrebbe svolgersi nella primavera del 2015.