Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Concerto on demand di Arisa, la nostra scelta per l’evento Sorgenia

  1. Home
  2. My generation
  3. Concerto on demand di Arisa, la nostra scelta per l’evento Sorgenia

David Bowie, Rino Gaetano, Oasis, Paolo Conte e Coldplay nella selezione della redazione per il primo live con la scaletta scelta dal pubblico

Mancano ormai pochi giorni al concerto on demand di Arisa, che Sorgenia ha scelto di regalare ai fortunati che hanno prenotato per tempo un posto al Teatro Parenti di Milano. E a proposito di scelte, la scaletta selezionata dal pubblico online – attraverso la piattaforma On demand concert sul sito Sorgenia - si va via via definendo. Noi abbiamo deciso la nostra top 5. Eccola.

 

David Bowie - Rebel Rebel

 

Forse la canzone più famosa del compianto David Bowie. Ha fatto un’epoca. Anzi, più di una. Qui abbiamo scelto una delle versioni da noi preferita di questo splendido inno alla libertà: quella effettuata da più di mille musicisti in contemporanea. Stiamo parlando ovviamente dell’esibizione al Rockin'1000 di Cesena, evento storico nella storia del Rock internazionale, realizzato grazie alla passione di un gruppo di ragazzi italiani, guidati da Fabio Zaffagnini, a cui anche Sorgenia ha dato il proprio supporto.

Rino Gaetano - Il cielo è sempre più blu

 

Pietra miliare della canzone italiana, non poteva mancare nella nostra selezione per l’on demand concert di Arisa “firmato” Sorgenia. L’anno scorso questo brano ha festeggiato 40 anni. Sembra scritto ieri. “Ci fece ascoltare questo brano con la sua chitarra – ha raccontato il cantautore e giornalista Ernesto Bassignano a La Storia siamo noi – e noi, tutti entusiasti, siamo andati da Vincenzo Micocci (produttore discografico, ndr) a dire che era un pezzo che poteva funzionare. Micocci non era tanto convinto. Poi si lasciò convicere e fece un 45 giri e vendette 45 mila copie in pochi giorni”.

 

Oasis - Wonderwall

 

Una delle canzoni d’amore più belle della nostra generazione. Su questo la nostra redazione non ha avuto dubbi. Il titolo è singolare? Perché dire “splendido muro” a una donna che si ama. Esistono almeno due teorie in merito. Secondo la prima, il muro sarebbe quello in cima al quale i fratelli Gallagher giocavano con le figurine. Secondo la seconda, “wonder wall” sarebbe la storpiatura di “won the war”. Così i fratellini da piccoli avrebbero cantato il verso “the English army had just won the war” di A Day In The Life dei Beatles. In entrambi i casi, il titolo della canzone degli Oasis accosterebbe le sensazioni di stare con donna amata a quelle di un’infanzia felice.

Paolo Conte - Via con me

 

Note jazz sfiorate con delicatezza, una delle più belle poesie di sempre prestate alla musica, l’inconfondibile voce rauca di Paolo Conte. Via con me è tutto questo e molto altro. Una canzone praticamente intramontabile, nonostante le paure di Paolo Conte. “"Vorrei che le canzoni non si consumassero mai – ha detto il Maestro parlando di questo brano -. Per un compositore sono il profumo di un mazzo di fiori, e a forza di sentirle questo profumo a volte rischia di andarsene. Alcune di esse hanno avuto, però, più fortuna presso il pubblico. Una di queste, oltre "Azzurro", è di certo "Via con me". La cosa mi fa piacere perché, è sicuramente tra le mie preferite".

 

Coldplay – Viva la vida

 

Abbiamo aperto con una ribellione, chiudiamo con una ribellione. Sul significato di questo splendido brano, infatti, i critici si sono sprecati. L’interpretazione più comune è però quella che porta, appunto, a una rivoluzione. È stato Guy Berryman, bassista della band, a fornirla: "E' la storia di un re che ha perso il suo regno, e la copertina di tutto l'album si basa sull'idea di rivoluzionari e guerriglie. C'è questo sottile punto di vista anti-autoritario che si è insinuato in alcuni testi che rappresenta un po' il culmine in cui si è circondati da governi da un lato, ma siamo anche esseri umani con emozioni e tutti moriremo e la stupidità con cui dobbiamo combattere ogni giorno”.