Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Computer e stampanti, quanto pesano in bolletta?

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Computer e stampanti, quanto pesano in bolletta?

I consumi elettrici di monitor, case e altri apparecchi elettronici che usiamo non solo in ufficio ma anche in casa

Non più solo in ufficio: computer fissi e portatili, stampanti e scanner sono sempre più presenti nelle nostre case e il loro utilizzo può incidere in maniera significativa sulla spesa energetica in bolletta. Fondamentale per ridurre costi e sprechi è imparare a usarli in modo efficiente.

 

Esistono, ad esempio, alcuni dispositivi che aiutano a controllare l'accensione e lo spegnimento dei pc; uno di questi è Pc StandbyStop, una multipresa offerta ai clienti di Sorgenia che consente di spegnere con un unico gesto tutte le periferiche collegate, evitando lo stand by e consentendo al consumatore di risparmiare fino al 7% di elettricità . L’attivazione dello screensaver infatti non sempre corrisponde a un abbassamento dei consumi. Molti monitor a schermo piatto utilizzano energia elettrica anche da spenti, in modalità stand by o sleep cioè quando lo schermo è scuro ma pronto per essere riattivato schiacciando un tasto o muovendo il mouse.

 

I monitor più efficienti quando sono accesi consumano tra i 14 e i 19 Watt a seconda della grandezza. In stand by o sleep il consumo si riduce fino a 0,1 Watt, ma non si azzera. Per una stima della spesa elettrica nell’arco di cinque anni, secondo i dati di Euro Top Ten, un computer acceso per 8 ore e in stand by o sleep mode per 14 ore costa tra i 60 e i 150 euro. La bolletta però può salire a più di 550 euro nel caso di un modello inefficiente.

 

Discorso analogo può essere fatto per le stampanti, che continuano a consumare corrente (anche se meno di 1 Watt) quando sono spente o in stand by. Per tagliare gli sprechi è buona norma staccare l’apparecchio dalla presa (con un timer o usando una presa con interruttore) e scegliere la configurazione che permette il maggior risparmio di energia.

 

Su una vita media di 5 anni e con un costo dell'elettricità di 0,18 euro per kWh, un modello a maggiore efficienza energetica può far risparmiare fino a 350 euro per una combinazione pc e stampante. Sul sito Ue Energy Star – il progetto dell’Unione europea dedicato all'efficienza energetica delle apparecchiature per ufficio – è possibile calcolare il costo complessivo di gestione del computer e il consumo di elettricità espresso in kWh/anno.

 


 

FONTI