Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Come ti digitalizzo corse e sport estremi - VIDEO

  1. Home
  2. What's next
  3. Come ti digitalizzo corse e sport estremi - VIDEO

Brain Dose è un dispositivo Made in Italy che permette un’analisi ultra-dettagliata delle prestazioni sportive. “Misura tutto, anche il battito cardiaco”

Divorare l’asfalto a 300 all’ora, cambiare marcia o inclinarsi in curva al momento giusto per rosicchiare quei 4 millesimi che possono portare alla vittoria. Questo è quello che fanno i campioni delle due ruote, supportati da una tecnologia, in genere molto costosa, che ne analizza le performance nei minimi dettagli.

A mettere a disposizione del grosso pubblico di appassionati questi strumenti all’avanguardia, ci hanno pensato due giovani italiani, Simone Grillo e Timoteo Ziccardi, che nel giugno 2015 hanno fondato “Brain”, una piccola startup di Rovereto. Il loro prodotto? Un piccolo apparecchio telemetrico, “Brain Dose”, che promette  di migliorare le performance dei bikers, a costi decisamente contenuti (meno di 400 euro).

Leggi anche: Il braccialetto per riders contro la guida pericolosa

La “telemetria portatile” non è però solo per i motociclisti. Il team di “Brain” mira infatti ad allargare il proprio pubblico di amanti della velocità. Il loro gioiello telemetrico infatti può essere adattato anche ad altri sport estremi, dal go-kart allo snowboard fino al paracadutismo.

BRAIN DOSE: LA PRECISIONE È IL SUO MESTIERE

Parliamo di un apparecchio grande la metà di uno smartphone ma che contiene più tecnologia del nostro computer di casa.  Brain Dose è dotato di un innovativo chip per la misurazione della traiettoria, collegato sia alla rete americana GPS sia alla russa Glonass.

“Il chip – spiegano dalla Brain Dose - è in grado di geo-localizzare un veicolo in movimento  con una precisione al millesimo di secondo. A ciò si aggiungono il giroscopio, l’accelerometro e il magnetometro, in doppia copia per ridurre al massimo il margine di errore. Brain Dose tiene sotto controllo addirittura il battito cardiaco di chi sta in sella, collegandosi a un sensore cardio Bluetooth. Tutti i dati vengono inviati in tempo reale sul nostro smartphone, attraverso l’apposita app”.

CONDIVISIONE  AD ALTA VELOCITÀ

Registrare le proprie performance è utile per capire i propri errori e migliorarsi costantemente. Ma è anche divertente potersene vantare in pubblico. Per questo le statistiche di Brain Dose possono essere condivise con gli amici per creare delle classifiche e continuare a sfidarsi.

Esiste anche la possibilità di registrare  con una telecamera il proprio giro di pista, sincronizzando poi i dati di Brain Dose con la funzionalità “overlay”. Come nelle grandi competizioni trasmesse in Tv, potremmo rivedere il video della corsa con i dati delle performance in sovraimpressione, perfettamente sincronizzati.

PUÒ ANCHE SALVARVI LA VITA

Brain Dose è anche uno strumento all’avanguardia per la sicurezza del pilota. I suoi sensori possono infatti anche accorgersi se la moto è ferma a terra in posizione orizzontaleed è in grado di rilevare le spinte inerziali tipiche di un incidente. In questo caso invia  immediatamente un segnale di emergenza geolocalizzato  ad un serie di contatti precedentemente memorizzati.