Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Come avviare un'impresa: gli step e i costi per le Spa

  1. Home
  2. What's next
  3. Come avviare un'impresa: gli step e i costi per le Spa

Dalle procedure burocratiche alle spese di registrazione: qualche consiglio per gli aspiranti imprenditori che vogliono avviare una Società per azioni

Avviare un'impresa oggi è una scommessa: gli esiti non sono facilmente prevedibili e il percorso da portare avanti è complicato, ma non impossibile. Soprattutto, ci sono delle scelte delicate da compiere a monte: innanzitutto quale tipo di azienda si vuole costituire? La scelta della tipologia di società ne condiziona ovviamente anche la gestione, quindi è bene sapere come muoversi fin dall'inizio, conoscere l'iter burocratico da seguire e capire a fondo il modello organizzativo da implementare, ossia la forma giuridica da adottare per regolare l'organizzazione aziendale. È bene ricordare che non esiste un tipo di società vantaggiosa a prescindere, ma sta all'imprenditore valutare in base alle sue esigenze e alle idee di business che ha in mente. Di conseguenza anche i costi e le imposte variano in base alla tipologia di società scelta e al reddito prodotto.

 

LE SOCIETA' PER AZIONI

In questa sezione ci occupiamo delle Società per azioni, uno dei tipi di società di capitali (insieme alle Srl) dotata di autonomia patrimoniale, nel senso che l'azienda risponde dei propri debiti attraverso il suo patrimonio e non quello dei soci. In caso di autonomia patrimoniale perfetta il patrimonio societario è totalmente indipendente da quello dei suoi soci che quindi non rispondono personalmente degli eventuali debiti contratti dall'azienda. È fisiologico che l'autonomia decisionale si riduce progressivamente passando dall'impresa individuale alle società di capitali: in quest'ultima infatti l'amministrazione è delegata a uno o più amministratori, passando oltre il concetto di socio.

Per approfondire: Come aprire un'impresa, tra incentivi fiscali e business plan

 

GLI STEP E I COSTI PER APRIRE UNA SPA

Rimanendo in tema di società di capitali, quali sono i costi e gli step per aprire una Spa? Partiamo dal fatto che il capitale di partenza richiesto deve essere non inferiore a 120mila euro. Una volta definita l'idea e il business da portare avanti, controllato se non ci sono ostacoli legali o normativi, chi sostituisce una società deve:

- denunciare l'inizio delle attività presso l'Agenzia delle Entrate che assegnerà una partita Iva (nel caso non se ne avesse già una);

- iscriversi presso il Registro delle imprese della Camera di Commercio delle provincia nella quale l'impresa ha la sua sede legale. I costi per le Spa (ma non per le Srl) si aggirano sui 90 euro più l'imposta da bollo di 60 euro, con il pagamento per il diritto annuale di 200 euro;

- aprire una posizione assicurativa presso l'Inail, dichiarando che tipo di attività si intende svolgere, gli impianti che saranno utilizzati e fornire tutte le informazioni necessarie a inquadrare il proprio lavoro. Si deve inoltre comunicare la lista dei lavoratori coinvolti nell'impresa e le retribuzioni previste per l'anno in corso e quello seguente;

- costituire l'impresa attraverso atto notarile, con un costo che si aggira sui 1500 euro per le Spa (le Srl semplificate sono esenti da questo pagamento).

Leggi anche: I consigli per scrivere un buon business plan

 

COMUNICAZIONE UNICA

Dal 1 aprile 2010 queste procedure che riguardano enti differenti sono stati riuniti e semplificati attraverso la Comunicazione Unica presso il Registro delle imprese, inviando telematicamente una sola pratica contenente tutte le informazioni richieste dagli enti. La ricevuta che viene rilasciata dopo la compilazione della Comunicazione Unica vale come titolo di avvio dell'attività. In questo video sono illustrate le procedure e la documentazione da presentare per la Comunicazione Unica.