Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Case efficienti: entro il 2020 saranno quasi 90 milioni

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Case efficienti: entro il 2020 saranno quasi 90 milioni

Secondo il report di Navigant Research, si passerà dai 4 milioni del 2013 agli 87 all’inizio del prossimo decennio: “Investire in questo mercato conviene”

Promuovere la costruzione di case intelligenti e ad alto risparmio energetico conviene. Secondo l’ultimo rapporto “Home Energy Management”di Navigant Research, che si occupa di analisi dei mercati legati alle energie pulite, entro il 2020 saranno ben 87 milioni le abitazioni che avranno sistemi di gestione dell’energia domestica (Hem). La domotica, infatti, intesa come settore che si occupa dello studio delle tecnologie per migliorare la qualità della vita negli ambienti antropizzati, si sta espandendo lentamente ma inesorabilmente. Lo stesso vale per le industrie che si stanno specializzando nella creazione di prodotti altamente innovativi. Basti pensare che il governo inglese ha ordinato che tutti gli edifici dotati di contatori elettrici o del gas presentino anche un display Hem.

 

Così il numero di abitazioni dotate di sistemi del genere, sia da sole che in rete, cresceranno dai 4 milioni del 2013 a quasi 90 milioni del 2020. Il report esamina i trend globali e locali di gestione dell’energia domestica sulla base di cinque diversi indicatori: bollette, portali web, sistemi di gestione Hem singoli o in rete, display in casa. “Questo tipo di mercato ha mostrato nuovi segnali di vita lo scorso anno, e ci sono buone possibilità che trovi altri sbocchi, soprattutto per quel che riguarda i fornitori di servizi a banda larga e le società che si occupano di sicurezza nelle abitazioni, che hanno deciso di spostarsi verso questo settore e aiutarlo a crescere”, hanno sottolineato gli esperti di Navigant Research.

 

Attualmente, le difficoltà legate all’adozioni di sistemi di gestione dell’energia domestica riguardano i costi  e la percezione di un periodo di recupero degli stessi a lungo termine. Da parte dei consumatori, invece, ci sono atteggiamenti diversi: alcuni saranno motivati da una riduzione dei costi dell’elettricità e dal desiderio di conservare energia, altri invece saranno più diffidenti se il guadagno è trascurabile. Basti pensare che i sistemi hardware Hem hanno un prezzo che parte dai 200 dollari in su. Si tratta di un investimento che ancora in molti hanno difficoltà a giustificare.