Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Casa Passiva e tennis: in Svezia il primo centro sportivo efficiente - FOTO

  1. Home
  2. My generation
  3. Casa Passiva e tennis: in Svezia il primo centro sportivo efficiente - FOTO

Aperta nel 2012 a Växjö dall'ex campione Stefan Edberg, la Södra Climate Arena ha una temperatura media di 18° C sia in estate che in inverno, consumi bassissimi e uno speciale sistema di ventilazione

Dal successo sui campi di tennis di tutto il mondo a quello imprenditoriale, Stefan Edberg non ne sbaglia una. L'ex campione vincitore di sei finali nel Grande Slam, dopo aver lasciato la carriera da professionista, nel 2012 ha aperto a Växjö in Svezia la “Södra Climate Arena” progettata e costruita secondo gli standard di efficienza energetica della Casa Passiva


TEMPERATURA STABILE E CONSUMI BASSI

Primo nel suo genere, il centro sportivo indoor funziona quasi interamente senza bisogno di riscaldamento o raffreddamento condizionato, conservando unatemperatura media di18Passive House sono ottimali – ha commentato il professor Wolfgang Feist, direttore dell'Istituto Passive House di Darmstadt - anche in una situazione climatica fredda come quella svedese e in una struttura sportiva”. Inoltre i controlli più recenti hanno confermato non solo il basso valore dei consumi, ma addirittura una richiesta di calore minore del previsto nei primi due anni di operazioni che, da 11 kWh per metro quadrato iniziali, si è rivelata di soli 8kWh, quasi la metà del valore limite di 15 kWh richiesto per ottenere la certificazione come Edificio Passivo.

Leggi anche: A Verona la Scuola Passiva a misura di bimbo 

 

STILE MODERNO E COMFORT

Disegnato dall'architetto danese Kent Pedersen che ha unito un design moderno all'aspetto naturale grazie alla facciata completamente in legno, la "Södra Climate Arena" ha vinto nel 2013 il Premio per l'Architettura Passive House Svedese. Una pianificazione ponderata e una serie di implementazioni successive sulla struttura sono state decisive nella buona riuscita del centro sportivo, lasciando gli utenti soddisfatti dei livelli di efficienza e di comfort all'interno della hall. I valori energetici dell'edificio sono stati calcolati in fase di progettazione grazie al Passive House Planning Package (PHPP)  uno strumento di disegno detsinato ad architetti e designer per il calcolo del bilancio di energia, del tasso di ventilazione o del carico di calore.

Leggi anche: Case Paasive, a Sahanghai il primo residence ad alta efficienza 

 

LUCE NATURALE E ISOLAMENTO TERMICO

Isolamento termico eccellente, involucro esterno dell'edificio a tenuta stagna , sistema di ventilazione controllato con recupero di calore, sono i punti essenziali su cui si basa il funzionamento della Casa Passiva e che, applicati anche alle esigenze di un centro sportivo, hanno portato alla stabilità termica di 18° C. Sono state predisposte delle ampie finestre sul versante sud dell'edificio per far entrare luce naturale, mentre dei dispositivi d'ombra predisposti proteggono dal surriscaldamento. Oltre ai campi di tennis e alla sala fitness, il centro ha al suo interno anche uffici, una sala conferenze, un bar, dove la temperatura può essere regolata in base alle esigenze individuali. 

Leggi anche: Ad Amburgo la Casa Passiva che unisce innovazione e tradizione 

 

Mario Luongo 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.