Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Cambio stagione: svuota l’armadio con un click

  1. Home
  2. What's next
  3. Cambio stagione: svuota l’armadio con un click

Per l'economia del riciclo, ti consigliamo 5 App che ti aiuteranno a comprare e rivendere online il tuo guardaroba usato

È arrivata la primavera e con sé anche il fatidico e odioso cambio dell’armadio che procura non poco stress. Di fronte a una montagna di indumenti e oggetti di vario tipo, di cui ci si vuole disfare, la soluzione è il decluttering stagionale. Si tratta di un’idea utile per riordinare il proprio armadio, arrotondare e acquistare qualcosa di nuovo, o quasi.

I mercatini dell’usato online più celebri, come Mercatinousato e Facebook Marketplace, sono veloci ed efficaci, però sono piattaforme su cui si rischia di non essere trovati o di ricevere troppa offerta. 

Per questo motivo, vi segnaliamo cinque App dove si può comprare e vendere online tutto ciò che si vuole. Perché, se è vero che la moda è ciclica, è altrettanto vero che un capo di abbigliamento, che non si indossa da anni, potrebbe essere apprezzato da qualcun'altro.

 cambio_stagione_sorgenia.jpg

 

DEPOP, IL MARKETPLACE A PORTATA DI MANO

Ricorda Instagram per via dell'interfaccia semplice e immediata. È stata sviluppata in Italia e ora sta conquistando tutta l'Europa. Su Depop si può comprare e vendere qualsiasi cosa, scoprire milioni di oggetti unici e seguire negozi e persone che più ti interessano.

In pochi step, ci si iscrive, si scattano le foto che mostrano ciò che si vuole vendere. Si inserisce la categoria, la descrizione ed eventuali difetti. Poi si decide il prezzo e si pubblica. Depop prende il 10% di commissioni sulle vendite, ma c’è di più. Se non vuoi né vendere né acquistare, c’è l’opzione baratto.

 

 

SHPOCK, DALLA GERMANIA IL MARKET IN TASCA

Difficile da pronunciare, ma semplice da usare. Arriva dalla Germania ed è gratuita, e si chiama ShPock, ovvero la contrazione di Shop in your pocket

L’app è intuitiva e, sebbene vi sia un ampio ventaglio di prodotti, le categorie sono ben organizzate. Non si trova solo abbigliamento, scarpe e accessori. Su ShPock si possono trovare anche mobili, gadget tecnologici, macchine fotografiche, automobili e motociclette.  

Quest’app funziona in tutta Europa, ma per ogni oggetto postato si può mostrare la geo-localizzazione del compratore

 

VESTIAIRE COLLECTIVE, L’APP DELL’ALTA MODA 

Creata in Francia, è un'app in cui si possono vendere e comprare capi griffati di seconda mano. Si chiama Vestiaire Collective ed è usata da oltre sei milioni di fashion lovers.

Lo staff del sito fa da intermediario tra chi acquista e chi vende. Si possono selezionare i capi in base alla qualità e alle aspettative della community. 

Si possono inviare gratuitamente i capi all’atelier che ne verificherà l’autenticità e la conformità. Venduto il prodotto, Vestiaire Collective lo spedirà al compratore e contemporaneamente la somma verrà accreditata al venditore. La commissione varia dal tipo di capo e servizio: può andare dal 18% al 50%.

 

ETSY, LO SHOPPING HANDMADE INSOLITO E CREATIVO

Si possono trovare prodotti fatti a mano, vintage e molto insoliti. Etsy è il marketplace di portata globale con milioni di articoli unici nel loro genere. Si tratta di un’App lineare, trasparente e ben strutturata. 

Si possono salvare gli articoli che interessano, ricevere la notifica appena l’ordine viene spedito e comunicare direttamente con il proprietario. Su Etsy c’è una tariffa di inserzione, cioè 20 centesimi (di dollaro) per ogni annuncio che viene pubblico e la commissione è il 3,5% della transazione.

 

 

REBELLE, LA MODA FIRMATA SECOND HAND

Non è detto che se un capo è di seconda mano non possa essere prestigioso e firmato. Si chiama Rebelle la piattaforma online creata in Germania, che offre un’ampia gamma di prodotti di altissima qualità, capi vintage e pezzi da collezione selezionati.

C’è un team di esperti che verifica la qualità e l’autenticità di ogni prodotto prima che esso venga inviato. Usato sì, ma non tarocco! La vendita viene gestita su Rebelle in autonomia, dal caricamento della foto del prodotto, fino alla spedizione. Oppure, ci si può affidare al conto vendita, si guadagna di meno, ma pensa a tutto la piattaforma.