Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Buon compleanno Mostri! 10 personaggi Pixar che ci hanno fatto sognare

  1. Home
  2. My generation
  3. Buon compleanno Mostri! 10 personaggi Pixar che ci hanno fatto sognare

Creature nell’armadio, pesciolini svampiti, robottini dal cuore grande. Ecco le creature animate al computer che ci hanno conquistato

15 anni fa usciva nelle sale americane “Monster & Co”, realizzato dalla Pixar Animations Studios. Può sembrare strano festeggiare l’anniversario di un film d’animazione, ma i mostri nell’armadio della Pixar ci sono rimasti davvero nel cuore. Insieme a loro, le automobili spaccone, i giocattoli animati, i pesci svampiti e i robottini romantici.  Abbiamo scelto i 10 personaggi (non i film) ideati dalla Pixar che più ci hanno fatto ridere, commuovere e sognare. Ovviamente in 3D.

 

SULLY (DA “MONSTER&CO” E “MONSTER UNIVERSITY”)

James Sullivan, detto “Sully” è il mostro grande, grosso e tenerone che tutti vorremmo vederci sbucare da dentro l’armadio, o da sotto il letto. A volte ci ricorda il vecchio Bud Spencer in “Uno sceriffo poco extra e molto terreste”. Come non commuoverci insieme a lui quando nella scena finale di “Monster &Co.” riesce a rivedere la piccola Boo?

 

 

DORY (DA “FINDING NEMO” E “FINDING DORY”)

È l’amica svampita che il sabato sera ci si accolla, la sopportiamo a fatica, ma “guai a chi la tocca!”. Da spalla perfetta in “Finding Nemo” a protagonista assoluta nel recentissimo “Finding Dory”. Speriamo solo che non si ripeta quanto successo a seguito del primo film, ovvero che tutti i bambini pretendessero di avere nel proprio acquario un piccolo pesce pagliaccio (la specie di Nemo). Paradossale, dato che il messaggio che la Pixar voleva dare era esattamente il contrario.

 

 

MIKE (ANCORA DA “MONSTER&CO” E “MONSTER UNIVERSITY”)

Ok, forse oggi siamo un po’ di parte per i mostri nell’armadio, ma come non prendere in simpatia quell’enorme occhione che si agita e rischia tutto (amore, carriera, persino la vita) per il suo miglior amico pelosone? Senza contare la meravigliosa versione a peluche di Mike Wazowski, un po’ palla un po’ orsacchiotto. Se avete figli piccoli, ve ne libererà per ore.

 

 

CRICCHETTO (DA CARS, CARS 2, ETC.)

Nome italiano azzeccatissimo per Tow Mater, spalla folle di Saetta McQeen nella lunga saga di Cars. Al simpaticissimo carro attrezzi appassionato di corse e di made in Italy, la Pixar ha anche dedicato una serie televisiva composta da brevissimi sketch in cui racconta fanfaronate assurde che si rivelano puntualmente vere.

 

 

ZURG (DA TOY STORY 2)

Sì, la saga dei giocattoli animati, tra le più produttive per la Pixar, potrebbe candidare ben altri personaggi alla nostra top ten. Ma la scena in cui Zurg lancia la rivelazione shock all’eroico Buzz Lightyear, “io sono tuo padre!”, non ci ha lasciato dubbi. La citazione è più che ovvia, la nostra scelta, anche.

 

 

MO (DA WALL-E)

Cosa singolare per un film d’animazione, “Wall-E” in genere annoia un po’ il pubblico dei più piccoli ma per noi bambini un po’ cresciuti, è vera poesia. Mo, il robot pulitore maniaco dell’igiene, che dice sempre e solo “mo” , è per noi il tocco più raffinato e ironico di quest’opera indimenticabile.

 

 

WALL-E (DA Wall-E)

Anche se è Mo il nostro robot preferito della Pixar, non possiamo non inserire nella nostra top ten anche il protagonista che da il nome al film. Ci fa ridere e commuovere continuamente, tanto che gli possiamo anche perdonare il fatto di essere un chiarissimo plagio dell’indimenticabile Numero 5 di “Corto Circuito” (targato 1986).

 

 

SPOT (DA “IL VIAGGIO DI ARLO”)

A dire il vero il film ci ha un po’ annoiato ma Spot, il piccolo uomo primitivo che viene raccolto dall’apotasuro Arlo, e che gli va dietro poi come un cucciolo di cane, ci fa proprio simpatia.

 

 

RABBIA (DA INSIDE)

Ma davvero volete che vi spieghiamo perché l’abbiamo scelto? Non fateci arrabbiare!

 

 

UKU E LELE (DA LAVA)

Se i lungometraggi ci fanno sognare, è nei corti che la Pixar mostra davvero quale sia l’estro creativo e la fantasia che si cela dietro all’enorme capacità tecnica del suo staff. Sono circa una trentina i corti ufficiali finora realizzati. Noi abbiamo scelto la struggente storia d’amore tra due vulcani, Uku e Lele.