Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Budapest, la capitale europea del turismo da bicicletta

  1. Home
  2. Life
  3. Budapest, la capitale europea del turismo da bicicletta

Più di 300 i chilometri di piste ciclabili che attraversano la Capitale dell’Ungheria. Molti i luoghi dichiarati patrimonio dell’Unesco. Relax nel complesso termale più grande d’Europa

Per gli amanti del turismo sostenibile, della bicicletta e dell’aria pulita il paradiso si chiama Budapest. La Capitale dell’Ungheria, caratterizzata da un territorio prevalentemente pianeggiante con dolci rilievi e da una storia millenaria che l’ha resa una città variegata dal punto di vista architettonico, è famosa in tutta l’Europa per la presenza di strade amiche dei ciclisti, con piste dedicate sulle quali è possibile andare alla scoperta dei suoi segreti più nascosti.

 

 Sono più di trecento i chilometri percorribili pedalando al centro. Se decidete di trascorrervi qualche giorno, non dimenticate il casco: qui è obbligatorio e la regola è osservata dai cittadini scrupolosamente. Se la bicicletta non la portate da casa o non riuscite a fittarla, si può fare ricorso al servizio di bike sharing della città che si chiama Bubi (Budapest Bicikli). Per chi ama passeggiare, infine, la zona pedonale di Vaci utca è ricca di negozi per lo shopping. Letteralmente significa “via delle vetrine” e non rimarrà deluso che cerca souvenir o altre prodotti tipici del luogo.

 

La visita di Budapest può cominciare dal parco che ospita la famosa piazza degli Eroi, dove, per altro, passa la strada per bici più grandiosa della Capitale, la Andrassu ùt: al centro si trova il monumento secolare con la Tomba del Milite Ignoto, oltre alla più antica ferrovia sotterranea dell’Europa Continentale, che ancora oggi conserva il suo aspetto originario. Molti dei luoghi che si attraversano sono dotati di un fascino fuori dal comune, tanto che la maggior parte di essi sono sotto il patrocinio dell’Unesco. Tra questi ci sono gli argini del fiume Danubio e la collina di Buda, dove è ospitato il castello storico dei re ungheresi, famoso per il suo stile barocco medioevale e per la presenza al suo interno del Museo Storico di Budapest.

 

Pedalate senza sosta fino alla Sinagoga più grande del Vecchio Continente: quarta al mondo, la chiesa ebraica può ospitare fino ad un massimo di quasi tremila fedeli ed è lunga ben 75 metri. Ma i primati di questa città non si esauriscono di certo qui: a Budapest è d’obbligo qualche ora di relax nell’enorme complesso termale terapeutico di Széchenyi, il primo in Europa. Si tratta di un edificio spettacolare, con piscine aperte anche d’inverno, grazie all’acqua calda e ai vapori ricchi di Sali minerali.

 

Non perdetevi un giro, a piedi, nei mercati coperti. I padiglioni risalgono al 1890: qui il tempo sembra essersi fermato sotto queste grandi cupole che ospitano meraviglie di vetro e ferro battuto, mattoni e fregi di vario tipo. Presenti al centro della città o nei quartieri vicini, sono un luogo utile per conoscere a fondo la città e la sua cultura. Infine, da non perdere è il cuore verde della città, l’Isola Margherita. Con i suoi 96 ettari di estensione, è una vera e propria lingua di terra in mezzo al Danubio, dove si trovano una fonte termale, lo zoo, il roseto e il giardino di roccia.