Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Bonus mobili ed elettrodomestici, tutte le novità

  1. Home
  2. What's next
  3. Bonus mobili ed elettrodomestici, tutte le novità

Guida alle agevolazioni per l’arredo della casa destinate alle giovani coppie. Comprese anche le spese di trasporto e montaggio, ma ad alcune condizioni. C’è tempo fino al 31 gennaio 2016

Per chi ha comprato casa e vuole rinnovarne l’arredo, la Legge di Stabilità 2016 concede un bonus sull’acquisto di nuovi mobili ed elettrodomestici. Sono comprese agevolazioni per letti, armadi, lavatrici, apparecchi di illuminazione e tutto quello che serve per il proprio immobile. A patto che a richiedere la detrazione, non cumulabile con l’incentivo per la ristrutturazione edilizia, sia una giovane coppia sotto i 35 anni. Il bonus, come specificato dalla guida dell’Agenzia delle Entrate, riguarda anche le spese di trasporto e montaggio, ma è necessario che queste siano fatte con le stesse modalità di pagamento dei mobili (bonifico bancario o postale oppure carta di debito o di credito).

 

BONUS MOBILI, CHI PUÒ USUFRUIRNE

Le agevolazioni per l’acquisto dell’arredo della casa spettano a giovani coppie in cui almeno uno dei due non ha superato i 35 anni. Il bonus vale tanto per coniugi che per i conviventi. Nel primo caso non importa la durata del matrimonio, ma è sufficiente risultare sposati nel 2016. Per la seconda ipotesi, invece, è necessario che la convivenza duri da almeno 3 anni e che sia attestata da un’autocertificazione. Questa può essere effettuata o attraverso l’iscrizione dei due componenti nello stesso stato di famiglia, oppure con una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

 

BONUS MOBILI, QUANTO SI PUÒ DETRARRE

Grazie al bonus, è possibile risparmiare il 50% sul costo dell’arredamento che si intende acquistare. Si può ottenere l’agevolazione nel caso in cui la coppia decida di acquistare:

  • mobili nuovi  per l’arredo dell’abitazione principale;
  • grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica A+  e forni con classe energetica A.

Il limite massimo però della spesa che si può scontare è pari a 16 mila euro. Qualora si abbiano i requisiti per poterne beneficiare, la detrazione potrà essere suddivisa in 10 quote annuali, ognuna di pari importo.

 

COMPRESO NEL BONUS ANCHE IL TRASPORTO

Il bonus mobili riguarda anche le spese relative al loro trasporto e montaggio. L’importante è che siano sostenute con le stesse modalità previste per l'acquisto dei mobili. La spesa massima per ottenere la detrazione delle spese di trasporto è di 10 mila euro per unità immobiliare.  

 

BONUS MOBILI vs BONUS RISTRUTTRUAZIONE

La coppia che decide di sfruttare quest’opportunità deve anche tenere a mente che l’agevolazione non è cumulabile, per la stessa abitazione, con il bonus mobili ordinario (relativo agli immobili oggetto di intervento di ristrutturazione).

Le due agevolazioni sono simili, ma le condizioni di accesso si differenziano in quanto, mentre il bonus giovani coppie è collegato all'acquisto dell'abitazione principale, il bonus mobili ordinario è legato ad interventi di ristrutturazione edilizia di vecchi immobili. Anche l'importo massimo di spesa è diverso: 16 mila euro per il bonus giovani coppie contro i 10 mila Euro per il bonus mobili ordinario.