Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Aziende under35: una su tre è guidata da una donna

  1. Home
  2. What's next
  3. Aziende under35: una su tre è guidata da una donna

Il trend in crescita tra i giovani: ecco i dati dell’Osservatorio per l’imprenditoria femminile. Incentivi anche dal Governo per l’avvio di imprese di questo genere

In Italia almeno una azienda su tre è guidata da donne. Il trend è in continua crescita, soprattutto tra i giovani: delle circa 609mila imprese di under35 il 28,11% ha a capo soggetti femminili, per un totale di 171mila unità. Sono questi i dati raccolti dall’Osservatorio per l’imprenditoria femminile di Unioncamere e InfoCamere, aggiornati al 30 settembre scorso, che parlano di un vero e proprio primato, tenendo conto che a livello nazionale sono un milione e 310mila le realtà imprenditoriali femminili e rappresentano solo il 21,62% del totale.

 

I SETTORI CON LA PRESENZA FEMMINILE PIÙ FORTE   

Molte di queste, operano anche in settori tradizionalmente segnati dalla significativa presenza maschile in posizioni decisionali. È il caso per esempio di quello legato all’ambito finanziario e assicurativo, in cui le 5mila imprenditrici under35 sono oltre il 33% delle giovani imprese italiane, o ancora le 2600 realtà del comparto artistico, sportivo e di intrattenimento, che rappresentano il 32% del totale. Senza sottovalutare il loro peso in attività professionali, scientifiche e tecniche.

Tuttavia, sono circa 44mila le donne che hanno deciso di investire in lavori che si inseriscono nel solco della tradizione, solitamente legati all’intraprendenza femminile. Di queste, 22mila si occupano prevalentemente di servizi alla persona e di altre attività legate al mondo della sanità e dell’assistenzialismo. Sono questi, d’altronde, i due ambiti in cui il peso della presenza rosa è maggiore, rappresentando oltre la metà delle attività giovanili totali.

 

Per approfondire: Imprese, le nuove tecnologie sono sempre più rosa

LA GEOGRAFIA DELLE AZIENDE ROSA UNDER35

Interessante è anche la geografia dell’imprenditoria femminile under35 che si sta diffondendo nel nostro Paese. Molise, Abruzzo e Basilicata sono da tempo le regioni in cui l’incidenza delle attività guidate da donne sul totale delle imprese è maggiore. Per quanto riguarda le under35, il primato spetta all’Umbria, con un tasso di femminilizzazione delle imprese giovanili pari al 32%. Seguono ancora Abruzzo, Basilicata e Marche, che però nella classifica generale occupa solo l’ottava posizione.

 

INCENTIVI PER L’AVVIO D’IMPRESA

Proseguono, intanto, anche le agevolazioni da parte delle istituzioni per incentivare l’avvio di imprese per giovani e donne. Sono di un milione e 500mila euro gli aiuti per ciascuna pmi rosa messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo economico, all’interno del bando dal 50 milioni di euro destinati all’occupazione di under35 e donne. Le domande per ottenere i finanziamenti possono essere inviati, esclusivamente online, a partire dal 13 gennaio 2016, utilizzando la piattaforma di Invitalia.