Sorgenia
cerca
Accedi accedi

7 falsi miti da sfatare sul fotovoltaico

  1. Home
  2. Smart energy
  3. 7 falsi miti da sfatare sul fotovoltaico

L’installazione di un impianto fotovoltaico costa molto? La manutenzione è difficile? L’energia non autoconsumata va sprecata? Tutte fake news! Ecco perché

Quando ci si avvicina per la prima volta all’idea di installare un impianto fotovoltaico residenziale per la propria abitazione e si cercano informazioni, si entra in contatto con una serie di “falsi miti” duri a morire.
Si tratta da una parte di considerazioni che risalgono a quando le tecnologie non erano ancora abbastanza mature, quindi convinzioni ormai superate con l’introduzione degli impianti fotovoltaici di nuova generazione, dall’altra di veri e propri luoghi comuni che non trovano alcuna corrispondenza nella realtà.

Abbiamo scelto di scardinare 7 tra le “fake news” più popolari  che riguardano il fotovoltaico: la spiegazione del perché non possano essere considerate veritiere è affidata a Mario Mauri, Sales business & Energy solutions director di Sorgenia.

1. Il fotovoltaico non conviene perché non produce energia quando c’è poco sole o ci sono le nuvole

In realtà il fotovoltaico conviene, perché produce energia durante tutto l’anno. Sicuramente ne produce di più quando l’irraggiamento è maggiore, quindi nel periodo primaverile ed estivo, o nella prima parte dell’autunno, e meno d’inverno. Ma, durante tutto l’anno, anche soltanto una giornata minimamente assolata consente all’impianto di produrre energia elettrica.

2. Se l’impianto produce energia in eccesso, non immediatamente autoconsumata, questa viene sprecata

L’energia prodotta da un impianto fotovoltaico non viene mai sprecata: se anche fosse prodotta in un momento in cui non stiamo utilizzando l’elettricità, questa può essere accumulata in una batteria oppure ceduta alla rete. In quest’ultimo caso viene adeguatamente “ricompensata” dal Gse (mediante il meccanismo dello scambio sul posto, ndr).

3. L’impianto fotovoltaico produce energia sufficiente solo nel Sud Italia dove fa più caldo 

In Italia gli impianti fotovoltaici funzionano ovunque. Fortunatamente il nostro Paese ha un livello di irraggiamento che, dall’estremo Nord all’estremo Sud, consente di avere una produzione di energia elettrica ottima.

4. L’autoproduzione non è sufficiente a soddisfare il fabbisogno energetico della casa

L’autoproduzione può essere sufficiente a rispondere adeguatamente al fabbisogno della casa in cui viviamo, ma ovviamente è importante dimensionare l’impianto in maniera corretta rispetto al proprio fabbisogno energetico. Questo è possibile mettendo a punto l'impianto fotovoltaico da installare insieme al cliente, ascoltando le sue esigenze, e personalizzandolo caso per caso.

5. Gli impianti fotovoltaici non sono sicuri

L’energia prodotta da un impianto fotovoltaico è rinnovabile ed è completamente sicura. Oggi l’impianto fotovoltaico risponde ai più elevati standard di sicurezza e non espone ad alcun rischio la famiglia che lo usa o la casa su cui viene installato.

6. La manutenzione di un impianto fotovoltaico è molto costosa

Non è vero, e per spiegarlo basti dire che la manutenzione sta tutta nel lavare l’impianto dopo qualche anno, a seconda di dove è installato e del livello di smog a cui è esposto. È un’operazione semplice, da affidare ad un professionista, e che si porta a termine facilmente in accordo con il cliente.

7. Installare un impianto fotovoltaico costa molto

Oggi un impianto fotovoltaico costa molto meno che in passato, e consente di recuperare i costi dell’investimento in pochissimo tempo.