Sorgenia
cerca
Accedi accedi

7 cammini per fare trekking in Italia

  1. Home
  2. Life
  3. 7 cammini per fare trekking in Italia

Dal coast to coast della Basilicata, al cammino che ispirò a Dante la Divina Commedia

Finalmente la Primavera! Il sole torna a splendere e rifiorisce quella voglia indomabile di immergersi nella natura per ritrovare la pace con se stessi. Per fortuna non mancano le possibilità per fare trekking in Italia.

Il nostro Bel Paese ci regala numerose occasioni per riscoprire antichi cammini millenari, che ripercorrono la storia e cultura della nostra terra. Le strade, ideali per appassionati di trekking e anche chi è alla prime armi, attraversano luoghi magici, foreste selvagge e piccoli borghi medievali.

Molte delle Vie, a partire dalla via Francigena, sono le strada che i missionari ripercorrevano per raggiungere Roma altre, invece, uniscono città attraverso percorsi che si intrecciano lungo l’Appennino Tosco-Emiliano. 

 

BASILICATA COAST TO COAST

Ve lo ricordate Rocco Papaleo e la sua band “sgangherata” che attraversava la “Basilicata Coast to coast”, nell’omonimo film? Rivedetevi la pellicola e capirete che il cammino è perfetto se state cercando l'escursione giusta per scoprire la terra lucana, tra boschi selvaggi e montagne affascinanti. Amanti del trekking in Italia, zaino in spalla! Si inizia da Maratea, unico borgo della Basilica che si affaccia sul Mar Tirreno, e si conclude dopo 233 km a Scanzano Jonico.

VallediMaratea.jpg 

IL CAMMINO DELLA ROSA

Il Cammino di Sant’Agostino è un pellegrinaggio che unisce tra di loro 25 santuari mariani compresi nel territorio della Brianza. L'ideale per chi fa trekking e si trova in Italia nelle zone tra Monza e Pavia. In circa 15 giorni d'escursione è possibile raggiungere le varie tappe, disegnando la figura di una rosa stilizzata, da qui il nome di “Cammino della rosa”.

Per maggiori dettagli: www.camminodiagostino.it

1024px-Chiesa_nella_tenuta_di_Pomelasca,_Inverigo_(CO).jpg 

LA VIA FRANCIGENA

C'è un percorso, che attraversa l’Italia dal Gran San Bernardo fino a Roma, per un totale di mille km, che gli esperti di trekking in Italia avranno percorso almeno un volta nella vita: l’antica Via Francigena. Il cammino è stato percorso la prima volta nel Medioevo dai frati che da Canterbury arrivavano nella Città eterna. Si tratta di un meraviglioso esempio di slow travel, da gustare con calma per poter ricreare il contatto con la natura, camminando sulle strade più antiche del nostro Paese. L’itinerario ufficiale è sicuro e facile, ideale a qualsiasi età e budget.

Programmate il vostro itinerario outdoor sul sito www.viefrancigene.org

Via_Francigena_DSC_1289_(9615903908).jpg

FARE TREKKING LUNGO LA VIA DEGLI ABATI

Se partite con il vostro zaino da trekking dal Nord Italia, vi consigliamo anche la Via degli Abati, la strada già utilizzata dai sovrani longobardi e poi dai pellegrini che dalla Francia raggiungevano Roma. Il tracciato, lungo 190 km, parte dalla Pianura Padana per raggiungere la Capitale. La difficoltà qui è leggermente più elevata degli altri tragitti, quindi meglio se siete abili trekker e preparati in fatto di escursioni. La strada costeggia l’Appennino Tosco-Emiliano, tra sentieri, mulattiere, valli e crinali per un dislivello totale di circa 6 mila metri.

Se volete organizzare il vostro itinerario outdoor da Bobbio a Pontremoli visitate il sito www.viadegliabati.com

 Bobbio_panorama.jpg

IL CAMMINO DI DANTE

Amatori del trekking in Italia, oltre a risvegliare la vostra spiritualità, siete interessati a cenni storici e culturali? In questo caso vi consigliamo il Cammino di Dante, il tragitto che ripercorrere i luoghi da cui il sommo poeta ha preso ispirazione per la Divina Commedia. Lungo il percorso che unisce Ravenna, Firenze e l’Appennino Tosco- Emiliano è possibile riscoprire i meravigliosi paesaggi della Romagna, tra castelli medievali e foreste selvagge come quelle Casentinesi (in Provincia di Arezzo), attraversando piccoli corsi d’acqua come l’Acquacheta.

 Cervo_(Giacomini).jpg

Lineagoticafight at Italian Wikipedia [CC BY 3.0 or CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

VIA ROMEA NONANTOLANA

Una delle vie dirette a Roma è quella chiamata Romea Nonantolana, che parte dalla provincia di Modena. Il suo nome deriva dal punto di partenza, ovvero l’Abbazia di Nonantola che, assieme a Cluny e Canterbury, era tra le più importanti e potenti abbazie benedettine d’Europa del Medioevo. L'escursione, che si snoda in 105 km, ripercorre stradine di campagna con oltre duemila anni di storia. Ai buon gustai consigliamo una breve sosta al borgo del Spilamberto, che ospita il museo dell’aceto balsamico delle terre modenesi.

Scegliete le tappe del vostro tour di trekking dal sito www.viaromeanonantola.org

1024px-Abbazia_di_nonantola,_absidi.JPG 

 

VIA DEGLI DEI

Una strada tanto antica, quanto spettacolare, è la Via degli Dei. Il percorso di trekking unisce Firenze e Bologna in 130 km. Il cammino prende il suo nome proprio per le tappe che tocca, che portano nomi d’spirazione mitologica classica come Monte Adone, Monte Venere e Monte Luario (Lua, dea romana dell’espiazione). Camminando lungo questa strada, utilizzata già nel VII secolo a.C, si possono incontrare numerosi beni archeologici, dall’acquedotto romano di Sasso Marconi, il teatro romano e l’acropoli di Fiesole.

Per saperne di più: www.viadeglidei.it

1024px-Flaminia_Minor_2.JPG