Sorgenia
cerca
Accedi accedi

10 trucchi per risparmiare energia elettrica in casa

  1. Home
  2. Smart energy
  3. 10 trucchi per risparmiare energia elettrica in casa

Le buone pratiche da adottare in casa per risparmiare energia elettrica, l’uso intelligente degli elettrodomestici, l’importanza del monitoraggio dei consumi

Come risparmiare energia elettrica in casa facendo un uso consapevole di forno, lavastoviglie e frigorifero? Gli elettrodomestici sono i macchinari che, restando accesi spesso, consumano più corrente elettrica nelle nostre abitazioni.

Esistono però dei comportamenti per risparmiare energia: dall’utilizzo di lampadine led, agli elettrodomestici a risparmio energetico. Ecco i 10 trucchi per risparmiare energia in casa.

 

LAMPADINE LED

 

Uno dei trucchi per risparmiare energia è sostituire le vecchie lampadine a incandescenza con le lampadine led.

Se da un lato, il prezzo di queste ultime può risultare un po’ più alto delle altre, il risparmio lo avrete nel tempo. Le lampadine a led, infatti, sono a basso consumo energetico e durano più a lungo delle “vecchie”.   

 

FRIGORIFERO

 

Come si può risparmiare l’energia elettrica con un elettrodomestico che non viene mai spento come il frigorifero? La regola principale è aprire l’elettrodomestico quando è necessario.

Aprire spesso lo sportello del frigorifero fa alzare la temperatura interna, a causa dell’aria che entra. Ogni volta che si alza il termometro interno, l’elettrodomestico aziona le turbine che si occupano di tenere la temperatura stabilita.

È importante, inoltre, evitare di sistemare l’elettrodomestico nelle parti più calde della cucina, ad esempio in una zona particolarmente colpita da raggi del sole.

L’ultimo accorgimento, tra i trucchi per risparmiare, è di non posizionare il frigorifero troppo vicino al muro, sono necessari almeno 10 centimetri dalla parete.

 

FORNO

 

Per risparmiare energia elettrica, è sufficiente non aprire spesso lo sportello del forno mentre si cucinano gli alimenti.  

Ogni volta che lo usate fate finta di star cuocendo un dolce che, se prende freddo, blocca la sua lievitazione.

Tra i trucchi per risparmiare, vi consigliamo di spegnere l’elettrodomestico poco prima di ultimare la cottura, senza aprirlo. In questo modo, gli alimenti all’interno continueranno a cuocere con il calore interno residuo.

Se, come noi, spesso avete la testa altrove, potrebbe essere un’idea impostare un allarme che vi avvisi quando il forno è in temperatura. Capita spesso, infatti, di non accorgersi che la spia si è spenta e di lasciare il forno ad alta temperatura per tanto tempo, con conseguente spreco d’energia elettrica.

Potete ovviare cronometrando il tempo impiegato dal vostro forno ad arrivare a una temperatura “standard” (ad esempio, 180 gradi). Avrete così i minuti da impostare su un timer da cucina la prossima volta che lo utilizzerete.

 

ISS_6117_01504.jpg 

L’ASPIRAPOLVERE

 

Sapete già come risparmiare energia elettrica in casa con l’aspirapolvere? Ci sono almeno due trucchi per consumare meno corrente elettrica per passare la scopa elettrica.

Il primo che vi consigliamo è quello di ordinare bene la stanza e riporre tutti i mobili e oggetti bassi in una posizione che non possa intralciare il passaggio con l’elettrodomestico. In questo modo passerete meno tempo con l’aspirapolvere acceso.

Se il vostro è un aspirapolvere a vapore, vi consigliamo di pulirlo regolarmente, eliminando i residui di calcare. In questo modo l’elettrodomestico sarà più efficiente, consumando meno energia elettrica.

 

LAVATRICE E LAVASTOVIGLIE

 

La lavatrice e la lavastoviglie sono due elettrodomestici diversi e che puliscono oggetti diversi, ma i trucchi per risparmiare energia elettrica sono simili per entrambi.

Evitate in entrambi i casi di azionarli semi vuoti. Nel caso della lavatrice vi sconsigliamo di programmare il lavaggio con temperatura troppo elevata: 60 gradi possono essere sufficienti per un lavaggio ottimale dei vestiti (ma se lo sporco non è eccessivo potete anche scendere a 30).

 

CONDIZIONATORI E RISCALDAMENTO

 

Gli impianti che scaldano o raffreddano l’aria delle abitazioni sono dei veri e propri “divoratori” di energia elettrica. Tuttavia, si possono seguire alcuni comportamenti per risparmiare energia elettrica. In entrambi i casi evitate di aprire le finestre quando sono in uso.

Per quanto riguarda il condizionatore sarebbe utile tenere chiuse le tapparelle e le persiane durante le ore più calde, in modo che l’impianto impieghi meno tempo per raffreddare. Vi consigliamo, inoltre, di controllare i filtri almeno una volta l’anno perché se sporchi consumano più corrente elettrica.

In più, per risparmiare energia elettrica, è importante impostare la temperatura del condizionatore a massimo 6 gradi in più rispetto alla temperatura esterna (nel periodo più caldo). Prima di accendere il condizionatore potrebbe essere utile deumidificare la casa. In un ambiente saturo di umidità, il condizionatore richiede più energia per abbassare le temperature.

A differenza del periodo estivo, in inverno si possono limitare i consumi del riscaldamento chiudendo le persiane e le tapparelle di notte. Potrebbe essere utile evitare di impostare la temperatura del riscaldamento troppo elevata, 18-20 gradi sono sufficienti. Per ogni grado di temperatura in più si stima un aumento del consumo di energia elettrica dell’8%.

 

LA CLASSE ENERGETICA DEGLI ELETTRODOMESTICI

 

Un altro piccolo passo, per iniziare a scoprire a come risparmiare energia elettrica in casa, è quello di controllare la classe energetica degli elettrodomestici. Queste sono una “classifica” dei consumi dei vari apparecchi per kW/h, dalla classe A alla classe G. Tra le classi energetiche quella più virtuosa è quella indicata con la lettera A+++. Mentre la peggiore è la lettera G.

Per legge (direttiva dell’Unione Europea 92/75/CE) i venditori sono tenuti a esporre l’etichetta in cui sono indicate le classi energetiche degli elettrodomestici, in modo che il cliente sia consapevole che quello che sta per acquistare è un elettrodomestico a risparmio energetico.

 

STAND-BY

 

Secondo le stime, spegnendo le lucine rosse potremmo risparmiare energia elettrica in bolletta fino all’8-10%. Che aspettate? Per i più pigri, una ciabatta con interruttore potrebbe essere molto utile.

 

MONITORARE I CONSUMI: APP E DISPOSITIVI

 

Un modo ancora più intelligente per risparmiare in casa è acquistare un misuratore di consumi elettrici. L’energy meter è un dispositivo per monitorare i consumi elettrici. Potete trovarli facilmente su Amazon ad un prezzo che varia da 15 a 100 euro. 

Collegandoli a forno, frigorifero e lavatrice potrete scoprire quale sia il consumo dell’elettrodomestico in tempo reale.

Risparmiare energia elettrica è possibile anche tramite l’utilizzo di specifiche applicazioni. Le app permettono di rilevare sullo smartphone i consumi della vostra casa.

I clienti Sorgenia conoscono già la praticità e l’efficacia di questi strumenti, dato che il monitoraggio dei consumi è una delle funzioni di MySorgenia, l’app ufficiale fornita gratuitamente a tutti i clienti. Oltre a poter inviare l’autolettura del contatore, ricevere assistenza, avere informazioni sull’energia consumata e molte altre feature, potrete infatti scoprire i vostri grafici di consumo giornaliero.

È gratuita e potrete scaricarla sui dispositivi iOs e Android.

 

COME RISPARMIARE CON SORGENIA

 

Per iniziare a risparmiare in casa, è importante non solo consumare meno, ma anche pagare poco per chilowattora consumato.

Se siete attenti anche all’ambiente, oltre che al portafogli, potete scegliere Next Energy di Sorgenia, che offre non solo uno dei prezzi più competitivi del mercato, ma anche di scegliere l’opzione per ricevere energia elettrica rinnovabile al 100%.

Collegandovi al sito dell’azienda potrete iniziare a sottoscrivere l’offerta luce e gas Next Energy in base a quello che consumate. Direttamente online potrete calcolare la stima del vostro consumo annuo e scoprire quant’è il guadagno effettivo.

Provate anche voi a scoprire quanto risparmierete come clienti Sorgenia rispondendo ad alcune domande su questo form. Il prezzo dell’energia sarà fisso per 12 mesi.