Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Robotica industriale, al via SPARC: il programma Ue per l’efficienza

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Robotica industriale, al via SPARC: il programma Ue per l’efficienza

Investire in ricerca e innovazione per migliorare l’automazione in tutti i settori: così le aziende europee saranno più competitive

Manifatturiero, salute, trasporti, sicurezza, agroalimentare: sono tantissimi i settori industriali a cui si rivolge SPARC, il programma appena lanciato dalla Commissione europea per sostenere la ricerca e l’innovazione nell’ambito della robotica. Oltre 180 le organizzazioni coinvolte – tra aziende e centri di ricerca – che investiranno 2,1 miliardi di euro fino al 2020, più altri 700 milioni di Bruxelles. Tra i benefici attesi del programma, l’ascesa del settore robotico europeo nello scenario mondiale e oltre 240 mila nuovi posti di lavoro.

La robotica e l’automazione industriale hanno un impatto sempre maggiore sia sull’economia che sulla società attuale. I robot abbassano i costi, migliorano la qualità e le condizioni di lavoro, minimizzano l’uso di risorse e gli sprechi. Oggi il settore, a livello mondiale, vanta ricavi per 22 miliardi di euro, che ci si aspetta salgano tra i 50 e i 62 miliardi entro il 2020.

Solo l’ambito della robotica industriale oggi cresce al ritmo dell’8% l’anno. L’Europa controlla circa un terzo del mercato mondiale e l’obiettivo è quello di accrescere il peso del Vecchio Continente; la ricerca può giocare un ruolo fondamentale in questo processo.

La robotica, inoltre, consente di migliorare l’efficienza dei processi produttivi sia in chiave ambientale che economica e quindi fare da contrappeso rispetto al ruolo crescente dei Paesi dove il lavoro costa meno.

SPARC è aperto a tutte le imprese e i centri di ricerca in Europa. La prima call for proposal è prevista per ottobre 2014, con scadenza nella primavera del 2015

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter