Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Passaggi sotto il Tamigi e gare di aquiloni: la Londra (ecologica) mai vista

  1. Home
  2. Life
  3. Passaggi sotto il Tamigi e gare di aquiloni: la Londra (ecologica) mai vista

Pesca sportiva e pedalò nei laghetti dei parchi urbani, gite su mezzi anfibi e camminate di gruppo per cause di beneficenza: la capitale britannica svela il suo lato green

C’è la Londra regale di Buckingham Palace e del sogno moderno di Will e Kate. Quella mondana degli spettacoli all’aperto e dei teatri che sembra non chiudano mai. Quella seria e indaffarata dell’alta finanza e delle banche. Una città con tanti volti non poteva non averne anche uno green. E’ quello che vogliamo scoprire: la Londra ecologista e biologica degli spazi naturali e delle attività all’aperto.

 

Il viaggio di Energie Sensibili nella capitale britannica comincia al Clapham Common, a sud della città. Circa 80 ettari di verde e tre laghetti, che sono la vera attrazione del posto. Qui, infatti, gli appassionati di pesca sportiva possono rifugiarsi nelle calde giornate estive o anche di notte, dedicarsi al loro hobby e persino competere in gare diurne e notturne. Per chi ha meno pazienza, o è in cerca di altre emozioni, il Clapham Common ospita anche eventi sociali (alla fine degli anni Novanta il Gay pride) e festival musicali; appena fuori dal parco, infine, pub e bar trendy completano l’offerta di divertimento.

 

Sempre in tema di acqua, pochi sanno che il laghetto artificiale di Hyde Park – più conosciuto come Serpentine – è navigabile da marzo a ottobre con piccole barche oppure pedalò. Per mezzi più stravaganti, come le duck (mezzi anfibi costruiti per lo sbarco in Normandia durante la Seconda guerra mondiale) bisogna andare sul sito di www.londonducktours.co.uke prenotare la gita per metà su strada e per metà sul Tamigi. Navigando per il fiume di Londra si può far tappa a Eel Pie Island, un’isola raggiungibile solo tramite un ponte pedonale o con una barca: qui troverete solo 50 case e poco più di 100 residenti.

 

Se New York è cantata come “la città che non dorme mai”, Londra potrebbe essere quella che non sta mai ferma e si muove a piedi e in bicicletta. Sul sito internet del celeberrimo trasporto pubblico locale – la antichissima e capillare metro di Londra – c’è una sezione dedicata alle due ruote. A disposizione di turisti e londinesi ci sono piste ciclabili e mezzi sicuri e veloci che possono essere utilizzati senza bisogno di prenotazione. Basta andare nei parcheggi predisposti (si chiamano docking point), registrare il prestito su un computer touch screen e poi restituire il mezzo in un altro docking point. L’affitto costa poche sterline, dal minimo di un pound per mezz’ora di pedalata fino a un massimo di 90 sterline per l’abbonamento annuale.

 

Per chi, invece, preferisce camminare il portale WalkTheWalk suggerisce percorsi pedonali e serve anche come piattaforma di incontro per chi cerca “amici di passeggiata”. Il sito, punto di riferimento per le associazioni di lotta contro il tumore al seno, consente anche di partecipare a camminate per raccolta fondi per cause di beneficienza. Si cammina, infine, anche sotto il Tamigi: sono due i foot tunnel per passeggiare sott’acqua, il Woolwich e il Greenwich.

 

Dall’acqua, alla terra, al cielo. Se il pensiero corre a quella scena nel film Mary Poppins in cui gli incorreggibili Jane e Michael Banks provano a far volare un aquilone – con scarso successo – il viaggio a Londra non può certo trascurare una passeggiata nel parco naturale di Parliament Hill. La collina si trova a sud-ovest della città, non ha niente a che vedere con il Parlamento (che ha sede nel palazzo di Westminster) e oltre a offrire un panorama mozzafiato sulla capitale britannica ospita gare di aquilone acrobatico degne di un racconto di J. K. Rowling.

 

Nella nostra rassegna manca solo un mezzo di trasporto, il treno. Le scelte sono due: potete visitare il famoso binario 9 e ¾ alla stazione di King’s Cross, da cui parte il convoglio di Harry Potter per Hogwarts, oppure il Kew Bridge Steam Museum, dove è conservato l’unico treno a vapore di Londra.