Sorgenia
cerca
Accedi accedi

La sostenibilità energetica parte dai piccoli Comuni

  1. Home
  2. Life
  3. La sostenibilità energetica parte dai piccoli Comuni

Ben 15 i centri con meno di 10 abitanti del Friuli-Venezia Giulia che beneficeranno del progetto Ue “Alterenergy” per lo sviluppo delle rinnovabili e la pianificazione energetica

Sono 15 i comuni con meno di 10 mila abitanti del Friuli-Venezia Giulia selezionati dalla regione per beneficiare del progetto europeo “Alterenergy”. Si tratta di Forni di Sopra, Verzegnis, Amaro, Cavazzo Carnico, Palmanova, Fagagna, Bertiolo, Rive d'Arcano, Muzzana, Pozzuolo del Friuli, Nimis, Doberdò del Lago, Majano, Chiopris Viscone e Savogna d'Isonzo. Insieme si impegneranno a realizzare modelli di piccole comunità sostenibili, favorendo interventi per l’autosufficienza energetica, per l’aumento dell’uso delle fonti rinnovabili, per la pianificazione urbanistica e la predisposizione e monitoraggio dei bilanci energetici locali.

“Alterenergy” è infatti un progetto promosso dall’Unione europea, che vale 12,5 milioni di euro, coinvolgendo tutte le Regioni italiane e non dell’Adriatico, dalla Puglia al Friuli-Venezia Giulia, passando, tra le altre, per la Croazia, la Slovenia, la Serbia, la Bosnia Erzegovina e la Grecia. Tra i servizi che il programma offrirà alle amministrazioni coinvolte ci sono l’assistenza alla redazione dei bilanci energetici comunali (propedeutici anche alla predisposizione dei Documenti energetici comunali, secondo quanto previsto dall’articolo 6 della legge regionale 19/2012), i piani integrati per la sostenibilità energetica, gli studi di fattibilità per l’implementazione di investimenti sulle fonti di energia rinnovabile e le attività di informazione e formazione al personale dell’Amministrazione comunale per migliorare le competenze nel settore energetico.

Viene in questo modo rafforzato il ruolo dei piccoli comuni per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e per il raggiungimento degli obiettivi europei del “Pacchetto clima-energia 20-20-20”, tra cui la riduzione entro il 2020 del 20% delle emissioni di gas serra e l’aumento nella stessa misura del risparmio energetico. “La Regione Friuli Venezia Giulia conferma pertanto il proprio ruolo baricentrico nella cooperazione tra le realtà regionali italiane e i Paesi dell'area adriatica e balcanica”, ha commentato con soddisfazione l’assessore regionale all’Ambiente e all’Energia, Sara Vito, in occasione dell’apertura del workshop rivolto ai Comuni che beneficeranno dei servizi previsti da “Alterenergy”.