Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Imprese sostenibili: il 50% vuole aumentare gli investimenti in efficienza

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Imprese sostenibili: il 50% vuole aumentare gli investimenti in efficienza

Presentato il Green Technologies Report 2014 sulle buone prassi ambientali in azienda: la maggior parte degli intervistati considera il risparmio energetico come un asset

L’82% delle aziende italiane considera la sostenibilità come un’opportunità per promuovere la ricerca in efficienza e risparmio energetico. Soprattutto le buone prassi in materia di white economy, legate ai cicli produttivi e alla gestione degli impianti, sono considerate “rilevanti” nel 59% dei casi.

Sono alcuni dei dati evidenziati dal Green Technologies Report 2014, l’indagine dell’Energy Stategy Group del Politecnico di Milano insieme ad alcuni player del settore energia e IT come Sorgenia, ABB e Siemens. Lo studio, presentato nel mese di marzo 2014, ha coinvolto 80 aziende di diverse dimensioni e settori economici: dall’automotive al manifatturiero, dal metallurgico alla distribuzione. Le imprese sono state intervistate sia sul significato che ciascuna attribuisce al termine “green practice” che, più nel dettaglio, sulle reali buone prassi ambientali messe in atto.

Più di tre quarti delle aziende coinvolte dal Report ha dichiarato di destinare specifiche risorse economiche a funzioni e attività legate al tema della sostenibilità, ma soltanto 22 sulle 80 totali ha al proprio interno una figura professionale e un budget economico specifico dedicato a questo argomento. Un’impresa su due, infine, ha aspettative di crescita degli investimenti nel settore green; in particolare gli analisti si aspettano che le attività di R&S nel campo dell’efficienza energetica giocheranno un ruolo fondamentale.

Ma cosa spinge le aziende a voler essere più sostenibili? Secondo il Green Technologies Report, oltre al risparmio economico, sono due i driver che fanno da motore: da un lato gli obblighi normativi, dall’altro la possibilità di ottenere certificazioni e riconoscimenti nazionali e internazionali in grado di rafforzare l’immagine del brand per quanto riguarda la sensibilità verso l’ambiente. La sostenibilità, insomma, si conferma come un elemento sempre più importante nelle scelte aziendali anche in termini di creazione di prodotti e servizi e posizionamento sul mercato.

Per quanto riguarda gli ambiti di applicazione delle buone prassi green, il 66% delle aziende ha indicato l’area corporate (mission aziendale, piano di sostenibilità aziendale, etc.), la gestione dell’energia, rifiuti e smaltimento dei processi produttivi (energy audit, gestione degli scarti, controllo delle emissioni). L’85% delle imprese intervistate infine attua buone prassi sostenibili nell’area del marketing: dal packaging dei prodotti alle iniziative di comunicazione.

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.