Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Giochi senza barriere, una festa per corpo e anima

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Giochi senza barriere, una festa per corpo e anima

Energia, divertimento e sport si fondono insieme per creare una serata unica in cui l’integrazione fa da padrona

Una cosa è certa, i Giochi senza barriere sanno sempre come emozionarci e caricarci l’animo di forza di volontà e gioia di vivere. Proprio così, perché i Giochi sono l’evento dedicato a tutti i ragazzi che ce l’hanno fatta e vogliono gridare al mondo “eccoci, noi ci siamo, abbiamo superato molte difficoltà ma ora siamo più forti di prima”. 

Esattamente come ha fatto la nostra paladina, Bebe Vio, che nonostante la malattia ha saputo riprendere in mano la sua vita e prenderla “a morsi”, tutta d’un fiato godendosi ogni minuto.  

Con questo spirito l’associazione art4sport Onlus, fondata dai genitori di Bebe, ha ideato otto anni fa i Giochi senza barriere, l’occasione giusta per far divertire insieme i ragazzi, normodotati e disabili. Insomma, una “manifestazione in cui si parla di integrazione”, come ci ha raccontato Teresa Grandis e mamma di Bebe in un’intervista “con i Giochi mostriamo che il mondo dei disabili non è triste e, soprattutto, non deve far paura”.

Anche l’edizione 2018 dei Giochi senza barriere, dedicata ai supereroi, è stata una grande festa, piena di colori, emozioni ed energia. Otto squadre si sono battute per portare a casa il primo posto e a vincere, ancora una volta, indovinate chi è stata? Bebe Vio e la sua squadra di Roma, animata dall’energia di Sorgenia.

WhatsApp Image 2018-06-15 at 10.29.59.jpeg 

 

TANTI I VIP A SOSTEGNO DI ART4SPORT

All’ombra delle statue dello Stadio dei Marmi di Roma, si sono sfidate le squadre capitanate da personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo, come Valentina Vezzali, Martin Castrogiovanni, Fedez e Martina Colombari. E molti altri ancora: Massimiliano Rosolino, Jury Chechi, Paolo Conticini, Elodie, Benji e Fede e molti altri ancora.

I nomi delle squadre in gara erano quelli di otto città italiane in rappresentanza di altrettante regioni: Torino (Piemonte), Milano (Lombardia), Treviso (Veneto), Livorno (Toscana), Fano (Marche), Assisi (Umbria), Roma (Lazio) e Oristano (Sardegna).

Ad accompagnare il pubblico lungo la serata, per il terzo anno consecutivo, sono stati i simpaticoni del Trio Medusa, alternati dai giovanissimi di Amici di Maria De Filippi edizione 2018. Sono stati proprio loro a inaugurare la serata di giochi e sport cantando sulle note dell’inno di Mameli, come una manifestazione sportiva che si rispetti chiede.

 

 

LA MAGIA DELLO SPETTACOLO

I Giochi senza barriere non sono solo sport, ma anche spettacoli dal vivo che lasciano ogni volta senza fiato. Anche quest’anno è tornata a “disegnare” con la sabbia Nadia Pretto che riesce sempre a regalarci minuti magici che ci fanno sempre un po’ commuovere.

Anche Sorgenia ha fatto la sua parte offrendo un gioco di luci che ha lasciato il pubblico “elettrizzato”. L’energia dell'energy company ha illuminato e animato le statue dello Stadio dei Marmi di blu e verde, l’atmosfera da sogno è continuata con le proiezioni degli otto supereroi, protagonisti a fumetti disegnati apposta per la serata, direttamente sul campo di battaglia. Gli otto supereroi ispirati a Bebe e ai campioni dell’associazione art4sport hanno preso poi magicamente vita e sono saluti sul palco per accogliere gli applausi del pubblico dello Stadio. 

 

 

IL TRIONFO DELL’ENERGIA DI BEBE E SORGENIA

Ogni squadra che si è sfidata ai giochi era sostenuta da un main sponsor. Quest’anno Sorgenia ha scelto di appoggiare la squadra gialla, quella della Roma, capitana dalla nostra schermitrice preferita, Bebe Vio e dalla simpatia del grande campione di rugby Martin Castrogiovanni. I due capitani, muniti di bandana alla Rocky Balboa, sono stati fortissimi e hanno motivato una squadra che si è poi portata a casa il primo premio. Per il secondo anno consecutivo l’energia di Sorgenia si è rivelata vincitrice.

WhatsApp Image 2018-06-15 at 10.26.21.jpeg