Sorgenia
cerca
Accedi accedi

“Efficienza energetica” per la prima volta nella Treccani

  1. Home
  2. Smart energy
  3. “Efficienza energetica” per la prima volta nella Treccani

La voce, redatta da un ricercatore dell’Enea, viene inserita all’interno della IX appendice dell’Enciclopedia Italiana di Lettere, Scienza e Arti

L’efficienza energetica entra ufficialmente fra nel patrimonio culturale italiano. Al concetto di riduzione dei consumi energetici a parità di prestazioni, realizzabile grazie all’innovazione tecnologica, è stata dedicata, infatti, una voce della Treccani. Lo comunica in una nota l’Enea - l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile -, che è la “madrina” di questo debutto dell’efficienza energetica. La voce è stata infatti curata da Nino Di Franco, vice direttore dell’Unità Tecnica Efficienza Energetica dell’Agenzia.

“L’inserimento di questa voce all’interno dell’Enciclopedia Italiana – ha spiegato Di Franco in una nota - è fondamentale per diffondere verso il grande pubblico sviluppi e prospettive dello strumento attualmente più conveniente per ridurre i costi energetici delle famiglie e del sistema produttivo, per migliorare la qualità dell’ambiente e per limitare la dipendenza energetica nazionale dall’estero”.

La voce “Efficienza energetica” è stata inserita nella nella IX appendice dell’Enciclopedia Italiana di Lettere, Scienza e Arti diretta da Tullio Gregory. La definizione è ripartita in quattro paragrafi analitici: “Efficienza nel contesto della politica energetica”, “Evoluzione normativa italiana”, Tecnologie per l’efficienza energetica”, “Efficienza e sviluppo economico”.

Nei quattro paragrafi, ha spiegato l’Enea, “vengono esaminati il contesto normativo italiano, l’ampia gamma delle tecnologie disponibili, la loro influenza sull’innovazione di soluzioni e prodotti, il risparmio energetico e le ricadute economiche”. Ad accompagnare i temi grafici e tabelle, “alcuni dei quali dedicati alle tecnologie di frontiera in grado di favorire una maggiore efficienza energetica nei settori industriale, civile e dei trasporti”.