Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Con l’efficienza energetica cresce il valore degli immobili

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Con l’efficienza energetica cresce il valore degli immobili

In Gran Bretagna gli edifici che hanno subito interventi di efficientamento valgono fino al 14% in più

L’efficienza energetica fa aumentare il valore degli immobili in media del 14%. Oltre a creare occupazione e a dare respiro ad un settore, quello dell’edilizia, fortemente colpito dalla crisi economica, un altro dei benefici legati all’utilizzo dell’energia verde consiste proprio nell’incremento del costo delle case. Lo dimostra uno studio condotto dal Decc, il Dipartimento dell’energia e del cambiamento climatico inglese, su oltre 300 mila compravendite immobiliari realizzate tra il 1995 e il 2011. Lì dove sono stati compiuti interventi di efficientamento il valore dell’abitazione è aumentato del 14%, arrivando in alcune aree del Paese a toccare il 38%.

Portare, dunque, un edifico dalla classe G alle E o dalla D alla B conviene: ne fa infatti aumentare il prezzo di vendita in media di 16 mila sterline, di 25 mila nel Nord Est e di 23 mila nel Nord Ovest. A ciò si devono aggiungere i considerevoli tagli in bolletta che queste azioni permettono, soprattutto in Gran Bretagna. Dal gennaio 2013, infatti, grazie ad un nuovo sistema di incentivi denominato Green Deal, che premia soprattutto le opere legate alla coibentazione, al fotovoltaico e al microeolico, gli inglesi non devono anticipare neanche una sterlina per fare i lavori taglia-bolletta. I benefici risultano così essere innumerevoli.

Il meccanismo è molto semplice: dopo la diagnosi energetica realizzata da un ente indipendente, l’utente sceglie da un operatore privato, il cosiddetto “Green Deal provider”, un pacchetto di interventi per ridurre i consumi, che però non vengono pagati. Il costo infatti verrà saldato con i soldi risparmiati sulla bolletta tramite un contratto a lungo termine tra i 10 e  25 anni. Per la gestione di questi fondi, quasi 14 miliardi di sterline, è stato creato un consorzio pubblico-privato di Esco, utility e istituti bancari.

Inoltre, il cittadino pagherà soltanto finchè occupa l’edificio soggetto a finanziamento: se cede la casa l’obbligo di pagare il Green Deal attraverso le bollette passa automaticamente ai nuovi proprietari o affittuari. In più, degli interventi di efficientamento ne beneficia anche il mercato immobiliare: l’efficienza energetica fa dunque bene all’economia inglese, anche se questa non è l’unica che ne sta approfittando. La ricerca del Decc è infatti l’ultimo report in ordine di tempo che mostra gli impatti positivi di questo tipo di misure sul valore delle abitazioni. Già nel 2009 uno studio condotto dalle Università di Maastricht e di Berkley sugli Stati Uniti aveva mostrato che per ogni dollaro che si riesce a risparmiare in consumi energetici, un edificio vede il suo valore immobiliare aumentato di 18 dollari