Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Certificati bianchi, come preparare la proposta: online vademecum Enea

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Certificati bianchi, come preparare la proposta: online vademecum Enea

La Guida operativa 2014 ha un capitolo dedicato compilazione delle domande di progetto, con esempi esplicativi e strumenti pratici per gli utenti

L’Enea ha pubblicato in anteprima sul sito internet la terza edizione della Guida operativa sui certificati bianchi, un vademecum per chi è in cerca di informazioni su come funziona il meccanismo degli incentivi e su come accedere alle agevolazioni. Rispetto alla pubblicazione precedente, che vanta un numero record di download (oltre 35 mila gli utenti che l’hanno scaricata), la Guida 2014 ha una nuova sezione sulla presentazione delle proposte di progetto con esempi, schede e strumenti pratici.

Obiettivo del documento preparato dall’Enea è infatti quello di fornire ai soggetti obbligati e volontari tutte le informazioni per predisporre le proposte in modo conforme alla normativa vigente. Come compilare i campi della scheda-tipo in modo chiaro, quali progetti proporre e come contattare direttamente il Gruppo di Lavoro Enea sono solo alcune delle indicazioni chiave che la Guida mette a disposizione degli utenti.

I certificati bianchi o titoli di efficienza energetica (tee) sono documenti che attestano il livello di risparmio energetico di un’organizzazione. La gestione del meccanismo è in capo al Gse, Gestore dei servizi energetici, che raccoglie le proposte poi sottoposte alla valutazione tecnico-amministrativa di Enea e Rse. Se il parere finale è positivo, al soggetto proponente vengono riconosciuti dei certificati in base alla quantità di energia risparmiata. Tali titoli possono essere scambiati in base a contrattazioni bilaterali e il loro riconoscimento implica un contributo economico. Sono obbligate dal meccanismo dei tee le aziende distributrici di elettricità e gas con oltre 50 mila clienti; esistono poi soggetti volontari: distributori con meno di 50 mila clienti, società di servizi energetici (Esco), soggetti con Energy manager, soggetti ISO 50001. Secondo dati Enea nel 2013 sono stati presentati 6.800 progetti, per un totale di 4,9 milioni di euro di titoli scambiati.

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.