Sorgenia
cerca
Accedi accedi

10 mostre d'arte da non perdere nel 2019

  1. Home
  2. My generation
  3. 10 mostre d'arte da non perdere nel 2019

Il 2019 sarà l’anno di Leonardo da Vinci. Da Chagall a Dalì, da Luc Tuyman a de Chirico e Monet. E ancora Bansky, Schifano e tante altre mostre da scoprire

Gli appuntamenti dedicati a Leonardo da Vinci, a 500 anni dalla sua scomparsa. E poi ancora tanti approfondimenti, da Nord a Sud, e racconti multimediali su Rinascimento, Impressionismo e pop art.

Ecco le mostre del 2019 che secondo noi dovreste visitare: non solo grandi nomi che hanno fatto la storia dell’arte, ma anche artisti dei giorni nostri, forse meno noti ma interessanti da scoprire e (ri)scoprire. Le mostre segnatale sono in tutta Italia, da Milano a Venezia, da Roma a Napoli, passando per Matera, Capitale Italiana della Cultura (che propone un’originalissima esposizione tra i suoi celebri Sassi).

 

LEONARDO DA VINCI – MILANO

1° marzo – 30 giugno 2019

 Difficile, se non impossibile, descrivere a parole il genio di Leonardo da Vinci. L’artista simbolo del Rinascimento italiano sarà protagonista di una serie di mostre in tutta Italia, e in particolare a Milano, dove Leonardo trascorse i suoi anni più fecondi, dipingendo oltre all'Ultima Cena (o Cenacolo) La Vergine delle Rocce e La Dama con l’ermellino, per citare soltanto alcuni dei capolavori che l’hanno reso celebre in tutto il mondo.

Tra le tante mostre leonardiane segnaliamo "Leonardo and Warhol in Milano. The genius experience”, che sarà allestita nella Chiesa sotterranea più antica di Milano, la Cripta di San Sepolcro, definita dallo stesso Leonardo Da Vinci il “vero centro” della città. L’originale percorso espositivo originale guiderà i visitatori nella Milano vissuta, disegnata e immaginata da Leonardo per concludersi con la visione dal vivo di The Last Supper di Andy Warhol, l’opera con cui nel 1986 il padre della pop art reinterpretò il capolavoro leonardesco. Da non perdere!

 

BANKSY – MILANO

fino al 14 aprile 2019

 

La street art di Bansky entra in un museo: il MUDEC - Museo delle Culture di Milano ospita l’attesissima esposizione “The Art of Banksy. A visual protest”. Un percorso insolito tra dipinti, prints numerati (edizioni limitate a opera dell’artista), fotografie, video e sezione multimediale (con i murales realizzati in diversi luoghi del mondo), vinili e cd musicali disegnati da Banksy. 

Una mostra non autorizzata dall’artista e writer inglese, così come tutte le altre in precedenza, che presenta solo opere in mano a collezionisti privati, e che gli appassionati di street art non potranno farsi sfuggire! Tutte le opere esposte sono accomunate dall’attitudine sperimentale e dall’attenzione alle realtà urbane, da cui emerge la protesta visiva tipica di Bansky. 

 

ANTONELLO DA MESSINA – MILANO

21 febbraio – 2 giugno 2019

Da Palermo – dove è ancora in corso fino al 10 febbraio – arriva al Palazzo Reale di Milano, una ricca selezione delle opere di Antonello da Messina, uno dei più celebri artisti del Rinascimento.

“Antonello da Messina. Dentro la pittura” racconta il classicismo tipico dell'arte italiana con l'attenzione al dettaglio propria dell'arte nordica, caratterizzate da un uso sapiente della luce che connota le opere del celebre ritrattista, maestro dell’introspezione psicologica e tra i primi sperimentatori dell'utilizzo della pittura ad olio. Un viaggio nell’Italia del Quattrocento e nelle influenze culturali del Rinascimento, anche europee, in una serie di opere tra cui spicca il celebre “Ecce Homo con San Gerolamo nel deserto”. 

 

MARIO SCHIFANO – ROMA

fino al 10 marzo 2019

Roma omaggia uno dei massimi esponenti della pop art italiana ed europea, Mario Schifano, con un grande progetto espositivo allestito nel Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Lo stesso museo in cui il Maestro lavorò dal 1951 al 1962 come restauratore e lucidatore di disegni. 

"EtruSchifano. Mario Schifano a Villa Giulia: un ritorno" è stata allestita in occasione del ventennale della scomparsa dell’artista. Per l'occasione verrà presentato il ciclo di opere Gli Etruschi, composta da 21 elementi, e il ciclo di opere Mater Matuta (3 dipinti e 2 disegni), per la prima volta nello stesso contesto espositivo. Inoltre, sarà possibile accedere a una selezione di documenti e immagini fotografiche. La mostra offre una trattazione originale e rivoluzionaria di temi a carattere sociale, come la maternità, la tutela dell'infanzia e la povertà nel mondo.

 

DALÌ – MATERA

fino a dicembre 2019

Nell’anno di Matera Capitale Europea della Cultura per il 2019, tra le vie dei Sassi e del centro storico si potranno ammirare le più belle sculture di Salvador Dalì. In giro per il gioiello lucano potrete imbattervi in oltre 200 opere minori del Maestro. Il mondo fantastico del genio catalano impreziosirà ulteriormente il ricco programma previsto per tutto il 2019, che vedrà le bellezze uniche di Matera sotto i riflettori internazionali: girando per la città dei Sassi non potrete fare a meno di notare grandi sculture, foto, frasi celebri e opere inconfondibili come l’Orologio disciolto, capolavoro del surrealismo e di tutta la storia dell’arte.

 

CHAGALL - NAPOLI

15 febbraio  – 30 giugno 2019

Oltre 150 opere tra acquarelli, incisioni, dipinti e incisioni in 4 sezioni espositive da cui emerge il mondo fiabesco di Chagall. Ecco quello che troverete in mostra nella Basilica Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta a Napoli. L'esposizione “Chagall. Sogno d’amore” racconta l’immaginario onirico di un artista poliedrico: pittore, sculture, disegnatore, incisore, ma anche poeta e scrittore. 

Reminiscenze infantili, fiabe, poesia, religione e guerra convivono nelle sue opere, figlie dell’identità melting pot dell’artista, nativo dell’odierna Bielorussia, naturalizzato francese, d’origine ebraica chassidica. Tra le opere esposte “La passeggiata”, uno dei dipinti più romantici del XX secolo.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

《Il senso di quest'opera è che l'amore che lega profondamente due persone, va oltre i limiti imposti dalla natura, ha qualcosa di trascendente. Il volo di Bella significa che l'amore,sentimento reciproco, va in una dimensione quasi irrazionale, un amore che si libera in un volo e che simboleggia che il loro amore sia al di sopra di qualsiasi altra cosa trascendente.》 ● Marc Chagall, La passeggiata (Olio su tela, 1917 - 1918 , Museo di Stato Russo - San Pietroburgo) ● #piuarteneisocial #arte #art #pittore #painter #artista #artist #marcchagall #lapasseggiata #oliosutela #museodistatorusso #sanpietroburgo #meraviglioso #wonderful #amore #love #tagsforlikes

Un post condiviso da Valeria Rossetti (@ilviaggio_30) in data: Gen 5, 2019 at 11:10 PST

 

❼ LUC TUYMAN – VENEZIA 

24 marzo 2019  – 6 gennaio 2020

Venezia ospiterà la prima personale in Italia di Luc Tuyman, "La Pelle”, dal titolo del libro di Curzio Malaparte pubblicato nel 1949. L'esposizone, ospiteata nella suggestiva cornice di Palazzo Grassi, prevede una selezione di dipinti che vanno dal 1986 a oggi, provenienti dalla Collezione Pinault, da musei internazionali e collezioni private. 

Considerato uno dei più influenti pittori nel panorama internazionale, l’artista fiammingo è uno dei protagonisti della rinascita del medium pittorico nell’arte contemporanea, autore noto per trasferire nelle sue opere un’inquietudine che sfocia in una “falsificazione autentica” della realtà. 

 

❽ MONET – TORINO

16 marzo – 30 giugno 2019

"Claude Monet – The immersive experience" è una narrazione visiva e interattiva tra le opere del padre dell’ImpressionismoClaude Monet. L’esperienza multimediale, per la prima volta in Italia alla Promotrice delle Belle Arti di Torino, grazie a un innovativo sistema di proiezioni 3D mapping, propone un percorso video della durata di circa un’ora con cui immergersi negli straordinari capolavori di Monet. Nel solco delle grandi esposizioni  multimediali che stanno modificando la fruizione tradizionale dell’arte, sarà possibile vivere un’esperienza unica anche per mezzo di visori tecnologici ad altissima definizione. Non resta che aspettare la primavera per vivere l’arte di Monet a 360 gradi!

❾ MEDARDO ROSSO - FIRENZE 

20 dicembre 2018 – 28 marzo 2019

 

Negli spazi del Museo Novecento di Firenze, fino a fine marzo, sarà possibile visitare lamostra "Solo. Medardo Rosso", dedicata a uno dei più grandi scultori italiani a cavallo tra Ottocento e Novecento. L’esposizione, per la prima volta a Firenze dopo un secolo, è una rilettura della produzione artistica di Medardo Rosso, prima naturalista poi simbolista, che esalta l’originalità del più grande scultore italiano della modernità.

Sculture di piccole dimensioni, di indiscussa portata innovativa, riconosciuta anche dal futurista Boccioni che nel 1914 descriveva l’opera di Rosso come “rivoluzionaria, modernissima, più profonda e necessariamente ristretta”. Materiali come il gesso, la cera e il bronzo vincono la sfida di fissare la luce nella scultura.

 

 DE CHIRICO – GENOVA

29 marzo – 7 luglio 2019 

A cent’anni dal 1919, un anno particolarmente significativo per Giorgio de Chirico, l’anno del cosiddetto volte-face e del periodo post bellico, segnato da grandi cambiamenti sia professionali che personali, il Palazzo Ducale di Genova ospiterà una mostra dedicata all'artista. L'esposizione, intitolata "Giorgio de Chirico. Il volto della metafisica", propone 90 opere realizzate durante l'intero arco della carriera dell'artista. La mostra guida il visitatore alle numerose variazioni di stile, tecnica, soggetto, composizione e tonalità di colore che caratterizzano l’interpretazione metafisica dell’arte di de Chirico.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Giorgio de Chirico Le muse inquietanti 1917