Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Cicloturismo, i 10 percorsi più belli d’Italia

  1. Home
  2. Life
  3. Cicloturismo, i 10 percorsi più belli d’Italia

Per gli appassionati della bicicletta, ecco alcuni degli itinerari più suggestivi che la nostra Penisola, da Nord a Sud, può offrire per le prossime vacanze

Pochi lo sanno, ma l’Italia è uno dei paesi d’Europa più allettanti per il cicloturismo. Secondo Bicitalia, infatti, lungo la nostra Penisola  ci sono attualmente circa 18 mila chilometri di percorsi ciclabili attrezzati, quasi la metà dei 44 mila presenti nel Continente. Una mappa estremamente variegata, che offre itinerari per ogni cicloturista, dal fuori pista in mountain-bike ai lunghi percorsi pianeggianti adatti anche ai bambini, fino alle impervie salite dolomitiche sulle orme dei grandi campioni del Giro d’Italia. Ecco i 10 percorsi più affascinanti d’Italia.

LA VIA FRANCIGENA

Si tratta della ciclovia più lunga d’Italia, circa mille chilometri dal Colle del Gran San Bernardo a Roma. L’itinerario prevede per il 70% strade asfaltate poco trafficate. Il percorso è suddivisibile in 23 tappe da circa 50 chilometri e segue le strade che anticamente i pellegrini affrontavano per incontrare il Papa a San Pietro.

IL SELLARONDA

Detto anche “Giro dei 4 passi”, è un percorso di circa 67 chilometri che si sviluppa nel cuore dell’Alto Adige,   attraverso i valichi alpini del Sella, del Pordoi, di Campolongo e del Gardena.  Questo itinerario è così amato dai ciclisti che dal 2006 ospita  il Sella Ronda Bike Day, manifestazione non competitiva che prevede la chiusura completa al traffico automobilisticodei quattro passi.

L’ANELLO DEL DUCA, CICLOTURISMO FRA MARCHE E UMBRIA

L’itinerario, di circa 440 chilometri, collega Urbino, Senigallia, Pesaro e Gubbio. Un percorso che attraversa  le bellezze naturali e artistiche di Marche e Umbria, in quelle che una volta erano le terre del Duca di Urbino e Montefeltro. Oltre alle città storiche del territorio, il tour in bicicletta permette di ammirare il Parco naturale di San Bartolo e la Riserva della Gola del Furlo.

 

LA CICLABILE DEL SOLE, ADATTA ANCHE AI BAMBINI

L’esempio perfetto di cicloturismo per famiglie. Ben 270 chilometri, da Ora (in provincia di Bolzano) a Reggio Emilia, quasi tutti su ciclabile. L’itinerario segue il tratto centrale della Ciclopista del Sole, che unisce idealmente il Brennero alla Sicilia, ma che solo in questo tratto è realmente una greenway. Il percorso può essere affrontato anche con bambini piccoli sistemati con carrelli al traino.

ALBE E TRAMONTI SUI DUE MARI DEL SALENTO

Il Salento in bicicletta. Oltre 126 chilometri da percorrere in tre tappe lungo il “Tacco dello Stivale”, là dove si toccano l’Adriatico e lo Ionio. Dai laghi Alimini, a nord di Otranto, fino a Gallipoli. Il bello di questo tour è la presenza costante del mare, che regalerà prima splendide albe e poi indimenticabili tramonti. Arduo decidere cosa toccherà di più il proprio cuore.

VALLE DEL CEDRINO, CICLOTURISMO D’AVVENTURA

Il tour si sviluppa nella valle del Fiume Cedrino, in provincia di Nuoro, e ripercorre l’antico Cammino di San Giacomo. Circa 115 chilometri dedicati agli amanti del cicloturismo d’avventura. Il percorso, quasi tutto su sterrato,  tocca diverse chiese campestri e passa di fronte alla statua del Cristo bronzeo in cima al Monte Tuttavista. Un viaggio affascinante tra  le bellezze naturali della Sardegna orientale e i suoi luoghi di culto caratteristici.

LA CIMA COPPI, SULLE ORME DEI CAMPIONI DEL GIRO

Un viaggio emozionante che ripercorre la storia del Giro d’Italia.  Il percorso parte da Dobbiaco e punta, passando per Cortina D’Ampezzo, al celebre Passo del Pordoi. Qui, dopo circa 72 chilometri e una pendenza che raggiunge il 9%, si arriva di fronte al monumento che il Comune di Canazei ha dedicato al “Campionissimo” Fausto Coppi. Per gli amanti della bicicletta una tappa irrinunciabile.

LA COSTIERA AMALFITANA

Il "Giro della Costiera Amalfitana" è un percorso ad anello piacevole di 102 chilometri lungo le strade più panoramiche e rinomate del litorale campano. Da Sorrento a Sorrento, visita in modalità sostenibile delle mete turistiche più quotate di sempre per l’estate.

COMACCHIO, CICLOTURISMO E STREET FOOD

Qui il cicloturismo incontra lo street food. Oltre 32 chilometri di percorso pianeggiante attraverso le valli di Comacchio, dal Lido di Spina fino all’Abbazia di Pomposa.  Nel frattempo sole, mare e le specialità gastronomiche a base di pesce grigliato che si possono gustare senza smettere di pedalare.

PRENDERE IL SOLE SULLA RIVIERA DEL LEVANTE

Il percorso parte e arriva al piccolo paese di Levanto, passando per Bonassola e Framura. È una pista ciclopedonale di appena 22 chilometri su cui si alternano strette gallerie ottocentesche e improvvisi scorci sul mare. L’itinerario prevede anche una passaggio di fronte al fiordo di porto Pidocchio, dove ci si può fermare a prendere il sole o a fare un bel bagno.

 

Infografica di Alessio Damiano