Sorgenia
cerca
Accedi accedi

SorgeniaUp: il magazine di chi sceglie full digital

La scelta come chiave per relazionarci con i clienti, amplificata dalle possibilità date dalle nuove tecnologie

SorgeniaUp è il nostro magazine digitale, un periodico che nasce intorno a un nucleo di parole chiave per identificare la nostra essenza: scelta, innovazione, ambiente, competenza e ovviamente cliente. Intorno  questo nucleo abbiamo costruito la nostra strategia e da qui prenderanno forma gli argomenti di cui parleremo.

Lo dico subito per mettere le cose in chiaro: nel nostro web magazine non troverete la descrizione dei nostri prodotti; per quello abbiamo i nostri spot su YouTube o in tv o le altre iniziative di comunicazione. Peraltro noi vendiamo un prodotto abbastanza basico e molto poco emozionale.  Noi vendiamo un servizio, un’esperienza. Ed è proprio sull’esperienza che intendiamo basare il nostro SorgeniaUp.

Su SorgeniaUp troverete un racconto del presente e delle infinite opzioni che ci offre, se solo abbiamo la voglia di fare delle scelte.

Nei nostri articoli troverete approfondimenti su vari argomenti anche apparentemente lontani dall’energia. Ma solo apparentemente. Perché, se ci pensate bene, niente esiste senza energia: l’energia è legata a ogni elemento della nostra vita.

Vi parleremo di tecnologia, di musica, di pop culture, di innovazione, di cambiamento, insomma di tutto ciò che richiede energia e dà energia.

Ovviamente lo faremo dal nostro punto di vista, di chi vive di energia e ogni giorno lavora per renderla sempre più conveniente e accessibile per tutti.

Vi ho parlato all’inizio delle parole fondamentali che compongono la nostra natura. Mi piacciono tutte, ma una in particolare è la mia preferita, non è “cliente” come potreste pensare, la mia preferita è “scelta”.

Attraverso la scelta vorremmo raggiungere i clienti. Ci piacerebbe dar loro il modo di scegliere ed essere così bravi da far sì che sia naturale che, alla fine, scelgano noi. Senza libertà e facilità di scelta non esiste un mercato, e i clienti non sono clienti ma ostaggi, e questo non è certo il mondo che immaginiamo.

L’idea di scelta è quindi alla base della nuova offerta commerciale di Sorgenia: tu scegli cosa comprare e quanto pagare. Sembra banale, eppure non è così, soprattutto se si parla di energia. Le cifre che compaiono su qualunque bolletta sono gonfiate da costi che distorcono anche la comprensione di un documento che dovrebbe, e potrebbe, essere semplice come uno scontrino. Abbiamo deciso di lanciare un’offerta full digital con il prezzo dell’energia in chiaro, e ben definito da subito proprio per questa ragione. Il cliente-consumatore deve sapere quanto paga e per cosa paga. Come in molti altri aspetti della nostra vita quotidiana che sono radicalmente cambiati con l’utilizzo permanente della tecnologia.

Jeff Bezos, racconta Robert Spector in Get Big Fast, definiva “il secondo livello di automazione” quello che, cambiando i processi che sono alla base di un’attività, consente di “fare le cose in maniera completamente nuova”.

Produrre, distribuire e vendere l’energia sono attività e industrie mature. La tecnologia oggi ci consente però di offrire ai clienti la possibilità di acquistare online l’energia, come fosse un libro su Amazon. Ci consente di sapere quanto pagheremo per chilowattora o al metro cubo, allo stesso modo di un biglietto acquistato su Expedia o Volagratis. La tecnologia ci permette di monitorare i nostri consumi energetici dall’App MySorgenia così come controlliamo il traffico su Waze o sulle mappe di Google. La tecnologia ci permette di decidere dove acquistare la nostra energia, da quale impianto, in quale regione e se eolica, solare o idroelettrica, così come possiamo individuare un appartamento che risponde alle nostre esigenze su AirBnB.

Tutto questo significa scegliere.

E oggi esiste una comunità di persone attenta alle possibilità di scelta che la tecnologia ci consente. Noi vogliamo provare a raccontare a questa comunità le storie di chi vive, lavora e produce immerso nel presente-digitale e che talvolta mostra uno sguardo nostalgico, ma senza rimpianti, verso il passato-analogico.

Con la consueta precisione il Censis, nel 50° rapporto sullo Stato Sociale del Paese, ha descritto questa comunità di persone che hanno scelto il digitale come proprio orizzonte quotidiano: “il 40,6% degli internauti italiani controlla i movimenti del conto corrente bancario via internet, praticando personalmente l'home banking (+3,8% rispetto al 2015), il 36% si dedica senza interposta persona all'e-commerce (+5,3% sul 2015), il 14,9% sbriga online le pratiche burocratiche con gli uffici pubblici (+2,5%), il 14,8% organizza i viaggi sul web (+5,5%) e l'8,3% prenota le visite mediche via internet (+3,2%). Ma anche perché grazie alle app si stanno diffondendo molteplici pratiche nuove: dal conoscere il tempo di attesa di un mezzo pubblico alla cura personale, dal dating online (questo tipo di app è stato usato nell'ultimo anno dal 2% degli utenti di internet italiani, il 3% nel caso dei giovani) alle tante e diverse forme di sharing mobility”.

Questi sono gli italiani a cui sono destinati i racconti, le storie e le notizie di SorgeniaUp, questi sono i clienti di domani e queste sono le persone con cui dialoghiamo ogni giorno sui nostri social, per capire come migliorare e come imparare a conoscerci meglio e magari a conoscere, e quindi perché no: anche ad usare meglio la nostra energia.