Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Nuova luce agli scarti delle automobili

  1. Home
  2. Life
  3. Nuova luce agli scarti delle automobili

La Casoli Design realizza lampade di design, pezzi unici d’arredo per case e negozi, riciclando elementi di vecchi veicoli recuperati in discarica

Realizzare opere d’arte da rifiuti e scarti di produzione non è un’idea nuova, basti pensare agli scolabottiglie di Duchamp d’inizio secolo. Per questo, per fare qualcosa di originale, oggi ci vogliono la materia prima adatta e un prodotto finale al passo con i tempi.

Luigi Casoli, giovane imprenditore e artigiano di Avezzano, li ha trovati entrambi. Realizza infatti lampade di design utilizzando vecchie automobili dismesse, veri gioielli di efficienza energetica. 

 

DA VECCHIE MACCHINE, PEZZI UNICI DI DESIGN

Dopo gli studi presso l’Istituto Callegari di Moda e Design a Roma e poi all’Accademia del Lusso di Milano, Luigi Casoli ha lavorato per alcuni anni come allestitore di vetrine presso un importante marchio della moda. A un certo punto, però, gli si è accesa, letteralmente, una lampadina in testa. Da quel giorno ha deciso di realizzare oggetti di design riciclando pezzi di veicoli a motore dismessi. 

La Casoli Design, nata alla fine del 2016 ad Avezzano, oggi produce oggetti di arredamento rigorosamente fatti a mano. “Ogni lampada che produciamo – ci ha spiegato – Luigi – è un pezzo unico, poiché nasce dai singoli componenti che recupero da automobili e motociclette di varie epoche. Scelgo personalmente i singoli ingranaggi, gli ammortizzatori, i dischi dei freni e altri pezzi di ricambio provenienti dalle discariche. Li ripulisco e li assemblo in base a un progetto artistico che, poi, realizzo sulla base della sua destinazione e ai gusti del cliente”.

Con Luigi lavora una giovane professionista finlandese, Maria Nurminen, giunta in Italia per approfondire i suoi studi come ingegnere ambientale e fiorista. L’idea delle lampade di design e la passione per l’ambiente l’ha conquistata e così ora affianca Luigi in tutte le operazioni, dal recupero dei pezzi all’assemblaggio, aggiungendo un pizzico di internazionalità a un'idea squisitamente Made in Italy.

 

 

IL DESIGN CHE AIUTA L’AMBIENTE

In Europa, attualmente si producono circa 6 milioni di tonnellate di scarti metallici all’anno. “Ogni volta che passiamo dallo sfasciacarrozze per recuperare la materia prima delle nostre opere – ci racconta Casoli - ne recuperiamo circa 400 kg. Forse non è molto ma è il nostro contributo all’ambiente”.

 

LAMPADE EFFICIENTI, MA CON STILE

In base a una scelta stilistica ben precisa, Luigi monta sulle proprie opere lampadine a filamento a luce calda, dal sapore retrò, ma dotate di un dimmer per regolare l’intensità della luce. “Il costo di ogni lampada  -  aggiunge Luigi - non è ovviamente da supermercato perché, come ho detto, sono tutti pezzi unici. Su richiesta del cliente, inoltre, possiamo utilizzare elementi della sua stessa vecchia auto o motocicletta. Diamo così l’opportunità, a chi lo desideri, di conservare un bel ricordo di quel veicolo con cui s’è fatta tanta strada e a bordo del quale si sono vissute tante esperienze”.