Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Coworking, il lavoro condiviso fa bene alle imprese

  1. Home
  2. What's next
  3. Coworking, il lavoro condiviso fa bene alle imprese

Dopo l’esplosione già negli anni Novanta negli Usa, la moda si è diffusa anche in Italia. Molteplici i vantaggi: network professionali più ampi e perfomance migliori

Condividere: è questa la parola d’ordine del nuovo sistema di lavoro che si sta affermando in tutto il mondo. Dopo l’esplosione, ormai circa dieci anni fa, negli Stati Uniti d’America, il cosiddetto Coworking, la moda cioè di dividere lo stesso luogo di lavoro all’interno di strutture organizzate e messe a disposizioni di liberi professionisti e startupper, si sta diffondendo anche nel nostro Paese.

I vantaggi legati a questo nuovo modo di lavorare sono molteplici. Secondo la Global Coworking Unconference Conference, si tratta di una esperienza stimolante: l’84% dei lavoratori intervistati si sente motivato, l’82% ha allargato il proprio network di conoscenze professionali e il 67% ha ottenuto perfomance migliori. Insomma, questa pratica si riflette positivamente sul lavoro rispetto alle classiche strutture aziendali “piramidali”.

“Lasciare che i propri collaboratori individuino autonomamente i luoghi, i tempi e gli strumenti con i quali essere più produttivi – ha spiegato a Energie Sensibili il prof. Mario Corso, responsabile dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano - li responsabilizza e li incentiva a fare di più e meglio. Spesso la necessità di orbitare intorno a un luogo di lavoro fisso e “farsi vedere” quotidianamente dal proprio superiore si traduce in uno spreco di ore lavorative e di energie che potrebbero essere impiegate in altro modo”.

Un esempio di struttura di coworking si trova a Roma, dove da qualche mese è nato l’Anticafè, il bar, il cui modello è stato importato direttamente da Parigi, che offre non solo un ufficio temporaneo a professionisti e freelance, ma si configura anche come luogo di ricerca per studenti e uno spazio in cui chiunque possa trascorrere il proprio tempo rispettando il lavoro degli altri soggetti con cui condivide lo spazio.

 

LEGGI LO SPECIALE DI ENERGIE SENSIBILI "LAVORO CONDIVISO: ECCO I VANTAGGI DEL COWORKING"