Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Spreco alimentare, i cartoni ondulati per conservare frutta e verdura

  1. Home
  2. Life
  3. Spreco alimentare, i cartoni ondulati per conservare frutta e verdura

Secondo una ricerca promessa da Bestack, questo materiale sarebbe ecologico e riciclabile e permetterebbe di mantenere i prodotti più a lungo, oltre a diminuire la “water footprint”

Evitare lo spreco di cibo è possibile anche scegliendo un tipo di imballaggio che conservi i prodotti da consumare nel miglior modo possibile. La notizia arriva direttamente da studiosi dell’Università di Bologna e del Politecnico di Milano che, su spinta di Bestack, consorzio no profit di ricerca, hanno dimostrato che la confezione più amica dell’ambiente sarebbe il cartone ondulato.

Mangiare frutta e verdura conservata in questo tipo di imballaggi sarebbe infatti la scelta migliore non soltanto per evitare che la maggior parte di questi finisca nell’immondizia, ma anche per diminuire la cosiddetta “water footprint”, cioè l’impronta idrica delle nostre abitudini alimentari. Questa soluzione consentirebbe infatti di utilizzare meno acqua nella fase di produzione rispetto ad altri materiali utilizzati per il confezionamento.

Il materiale impiegato è naturale, rinnovabile e riciclabile. Senza contare che il grado di conservabilità dei prodotti ortofrutticoli è superiore al 20% rispetto ad altri tipi di packaging. Per cui frutta e verdura si mantengono meglio e per un periodo di tempo più lungo, con meno possibilità dunque di finire in qualche cassonetto della spazzatura.

“Per ridurre il più possibile l'impronta idrica del comparto ortofrutticolo è necessario innanzitutto avere una confezione che consenta di mantenere frutta e verdura nelle condizioni ottimali, al fine di evitare che esse diventino immondizia”, ha commentato Claudio Dell’Agata, direttore di Bestack. Il quale ha anche sottolineato come “oggi la crisi idrica non è più solo un’emergenza limitata alle regioni più povere del pianeta, ma è un problema globale che coinvolge sempre più aree del mondo”.

L’emergenza legata al consumo dell’acqua sta diventando sempre più di attualità, insieme a quella per l’inquinamento atmosferico e del riscaldamento globale. Gli imputati maggiori sono da ricercarsi proprio all’interno della filiera agroalimentare, a causa del loro ingente consumo di acqua dolce. Un ruolo fondamentale è svolto anche dal modo in cui questi prodotti sono conservati. Secondo al ricerca, il cartone ondulato è uno dei materiali più ecologici per farlo grazie alle poche risorse necessarie per produrlo e alla sua efficienza nel ridurre gli sprechi alimentari.

 

@Idart87


Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.