Sorgenia
cerca
Accedi accedi

7 app per una tintarella perfetta e sicura

  1. Home
  2. What's next
  3. 7 app per una tintarella perfetta e sicura

Quanto tempo stare al sole? Quale protezione usare? Quando dobbiamo rigirarci sul lettino? Ce lo dicono le app del nostro smartphone

Oggi non possiamo più scendere in spiaggia senza uno smartphone. Non solo per l’ansia da connessione ma anche, e soprattutto, perché il nostro fedele apparecchio può essere un perfetto “solar coach”A tutti piace abbronzarsi, ma certo nessuno impazzisce per una brutta scottatura.

Ecco quindi che negli ultimi anni sono nate numerose app che, in base dai dati metereologici e al tipo di pelle che abbiamo, possono aiutarci a prendere la tintarella perfetta senza diventare rossi come un peperone.

 

Leggi anche: Il lettino (luxury) per un’abbronzatura connessa

 

SUN TIMER DI LANCASTER

Oltre a produrre creme solari e abbronzanti, la Lancaster ha anche realizzato un’app che ci dice ogni quanto riapplicarle. A seconda del nostro tipo di pelle, del livello di protezione utilizzata e dell’ora e del luogo in cui stiamo prendendo il sole, Sun Timer ci avverte con precisione ogni volta sia necessario farci spalmare di nuovo dal nostro partner.  È uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo.

 

SOLE AMICO

A differenza di altre app, Sole Amico pensa anche ai nostri occhi e non solo alla nostra pelle. A seconda dell’intensità solare calcolata in base all’ora e al luogo, l’app vi consiglia il tipo di occhiale da sole da indossare, con lenti polarizzate, antiriflesso o anche specchiate. Cosa avrebbe consigliato a Tom Cruise in Top Gun?

 

IBRONZE

Parliamo di un’app sviluppata da Il Meteo. La prima cosa che ci comunicherà saranno ovviamente le condizioni meteo del luogo in ci troviamo al momento della tintarella e l’intensità prevista di raggi UV. Incrociando i dati col fenotipo della nostra pelle, Ibronze potrà indicarci con un certa precisione il tipo di protezione solare che dovremo utilizzare.

Sarà proprio il caso di chiedere al colonnello Giuliacci: “Che tintarella fa oggi?”

 

TANTASTIC UV

Un autentico solar coach, addirittura un po’ pedante. Non ti dice solo quale protezione devi usare e quanto puoi stare al sole oggi, ma fa una previsione anche per i successivi cinque giorni. Quando è il momento, Tantastic UV ti dice chiaramente che devi sgombrare la spiaggia. E se noi volessimo fare le lucertole ancora un po’? Che fai, ci cacci?

 

WORLD UV

L’app è stata sviluppata dalla British Association of Dermatologists, in collaborazione con l’Istituto inglese di meteorologia. Dovunque voi siate nel mondo, World UV vi saprà dire l’intensità d’irraggiamento del sole e il relativo rischio per la vostra pelle, in base al vostro fenotipo. Se proprio volete attraversare il Sahara, quindi, sappiate almeno quando mettervi la cremina sul naso e indossare grossi occhialoni neri e un bel sombrero.

 

WATER YOUR BODY

Assumere liquidi bevendo acqua è importante. Specie d’estate, mentre si sta spalmati sotto il sole cocente. Un’app che non dovrebbe mai mancare sul nostro smartphone in spiaggia è, per l’appunto, Water Your Body.  L’applicazione vi ricorderà quando è il momento di bere per evitare di disidratarvi. Utilissima anche in città nelle estati più torride. Ovviamente non funziona con la birra.

 

ULTRAVIOLET

Ultraviolet è un’app per l’abbronzatura semplice quanto fondamentale. In pratica un semaforo che col rosso e il viola ci avverte che è troppo caldo per la nostra pelle e rischiamo una brutta scottatura. Col verde e il blu invece possiamo esporci per raggiungere una dolce e invitante panatura. Il segreto, in spiaggia come in cucina, è una cottura perfetta.

 

 

Leggi anche: Vacanza, 7 gadget per la spiaggia hi-tech