Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Tutta l’energia (e il folklore) della Marcialonga

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Tutta l’energia (e il folklore) della Marcialonga

Settanta km di sci di fondo tra le Dolomiti. Per Sorgenia, sponsor della gara, ha gareggiato Andrea Casalgrandi. Il suo racconto

Sorgenia è scesa in campo, o meglio in montagna, per avventurarsi nella 45esima edizione della Marcialonga Skiing, di cui il fornitore d’energia è stato sponsor. La più nota competizione granfondo in Italia, che si è svolta domenica 28 gennaio, ha visto gareggiare oltre 8 mila sciatori, tra appassionati e grandi atleti.

Lo sfondo spettacolare è stato quello delle montagne innevate delle Dolomiti, per un percorso di 70 chilometri attraverso il Trentino e le valli di Fiemme e Fassa.

“Ho fatto una fatica pazzesca, ma ne vale davvero la pena, sia per lo spettacolo delle Dolomiti, sia per il calore della tifoseria caratteristica” racconta Andrea Casalgrandi, Responsabile Marketing & Comunicazione di Sorgenia, che ha preso parte alla competizione.

 Gruppo_Partenza02.jpg

TUTTA L’ENERGIA DELLA MARCIALONGA

Quella della Marcialonga è una tradizione con una storia lunga 45 anni, che ogni anno richiama numerosi appassionati da vari Paesi, europei e non. “Un vero e proprio evento internazionale, considerando che molti arrivano dal Nord Europa come Norvegia, Finlandia, Francia. –spiega Casalgrandi - Pensate che il richiamo è talmente forte che la competizione viene ripresa da 18 televisioni di tutto il Mondo, quest’anno anche dal Messico”.

Amatoriali, appassionati e atleti si sono affiancati lungo tutto il percorso, che è durato oltre nove ore. A vincere è stato l’atleta russo Ilya Chernousov, al suo esordio, che ha chiuso la gara in 2 ore 48 minuti, segnando il tempo più veloce della storia della classica trentina. “Anche se ad avere la meglio è sempre l’ultimo arrivato. Il bello della Marcialonga è che il più lento viene festeggiato come un re, ha la Soreghina, (l'albasciatrice dell'evento, ndr), che lo premia e dopo il suo arrivo partono i fuochi d’artificio”.

Arrivo_Sprint.jpg 

UN EVENTO CHE UNISCE TUTTI

Una competizione importante, la Marcialonga, ma soprattutto una grande festa. “Degli otto mila partecipanti – spiega il Responsabile Marketing & Comunicazione di Sorgenia - solo i primi 50 si lanciano nella gara agonistica. Gli altri vedono l’evento come un grande ritrovo per grandi e piccini. È questo uno degli aspetti più belli della manifestazione”.

A metterci energia, non solo gli uomini e le donne in gara, ma soprattutto la tifoseria “da stadio”, che scalda la gara con il folklore di quelle valli. Famiglie e abitanti delle località delle Dolomiti si riuniscono per dare entusiasmo a tutti gli altri. “Ho visto gente con cappelli con le corna da vichingo, altri con i campanacci, insomma, anche se stai lavorando sodo, il divertimento è più che assicurato”, è il commento di Casalgrandi. Poi, un consiglio a chi vorrà partecipare: “Non sbagliare la sciolina! La sciolinatura (il trattamento degli sci per evitare che sporco e neve si attacchino al fondo, ndr) va fatta fare da una persona tecnica, altrimenti gli sci non vanno. Infatti, quelli un po’ più scarsini, usano la scusa della sciolinatura sbagliata”.

Smutna_JohanssonNorgren_ArrivoSprint.jpg 

 

SORGENIA RINNOVA LA SUA PARTNERSHIP CON LA MARCIALONGA

Sorgenia ha scelto di rinnovare la partnership per i prossimi tre anni con la gara di granfondo. “La nostra scelta è dovuta al fatto che questa gara è vivibile da tutti ed è per tutti, nessuno escluso – spiega Casalgrandi -. Il messaggio che abbiamo scelto insieme al nostro volto Bebe Vio è quello di “Mettici Energia” e la Marcialonga lo incarna perfettamente, perché non conta arrivare primi, ma metterci tutta la forza possibile per arrivare al traguardo, qualsiasi sia il tempo per raggiungerlo. Inoltre, la nostra azienda è sempre pronta ad abbracciare attività sportive all’aria aperta, perché si ricollega alla nostra immagine di azienda sostenibile che, come in questo caso lo sci di fondo, ci mette a contatto con la natura e la forza degli elementi”. 

Smutna_JohanssonNorgren_ArrivoSprint02.jpg