Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Risparmio energetico e pmi: cinque mosse per tagliare la bolletta

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Risparmio energetico e pmi: cinque mosse per tagliare la bolletta

I saloni di bellezza sono tra le attività commerciali più energivore: ecco alcuni accorgimenti a basso costo per ridurre sprechi e spese

Efficienza energetica e riduzione del fabbisogno in azienda. Per alcune categorie commerciali tagliare la bolletta di luce e gas è più difficile. Tra i negozi più energivori ci sono i saloni di bellezza: parrucchieri e centri estetici, infatti, utilizzano lampade, phon e altri elettrodomestici e hanno un dispendio energetico notevole.

Ecco cinque accorgimenti per ridurre il fabbisogno di corrente elettrica, gas, acqua in un beauty center.

1. SENSIBILIZZARE I DIPENDENTI

Il risparmio energetico funziona se ognuno fa la sua parte. Importantissimo – forse prima di ogni altro provvedimento – è informare, sensibilizzare e coinvolgere tutti i dipendenti rispetto alle tematiche di riduzione degli sprechi ed efficienza.

 

2. VIA LE VECCHIE LAMPADINE A INCANDESCENZA

Una semplice mossa vincente è quella di sostituire vecchi bulbi a incandescenza con lampade led o a risparmio energetico. Un salone di parrucchieri con 10 postazioni cliente ha, solo per gli specchi, tra i 40 e i 50 punti luce. Se ognuno utilizza una lampadina da 50 watt il fabbisogno medio è di 2000/2500 watt. Sostituendo i bulbi con altri a risparmio energetico da 5 watt ciascuno si scende a 200/250 watt.

 

3. MEGLIO UN PHON A INFRAROSSI O IN TORMALINE

Sull’asciugatura si può risparmiare poco, tuttavia esistono in commercio phon a raggi infrarossi e in tormaline, una pietra in grado di velocizzare l’asciugatura anche del 70%. In questo modo l’elettrodomestico viene utilizzato di meno, con benefici sia per il capello della cliente che per la bolletta energetica.

 

4. ATTENZIONE AL CONSUMO DI ACQUA

Dei filtri per spezzare il getto d’acqua e un sistema di desalinizzazione – l’acqua con meno calcare sciacqua prima i capelli, per cui ne serve di meno – possono aiutare ad abbassare i consumi.

 

5. OCCHIO ALLA SCELTA DEGLI ELETTRODOMESTICI

Prima di acquistare un qualsiasi elettrodomestico – da quelli necessari all’attività professionale fino a mini-frigoriferi e macchine del caffè per i dipendenti – è bene accertarsi della classe energetica. Scegliere apparecchi più efficienti aiuta a tagliare la bolletta, ammortizzando in breve tempo la spesa di acquisto.

 

@fenicediboston

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di  Energie Sensibili seguici su Facebook e Twitter.