Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Pmi, finanziamenti in arrivo per l’internazionalizzazione e l’agroalimentare

  1. Home
  2. What's next
  3. Pmi, finanziamenti in arrivo per l’internazionalizzazione e l’agroalimentare

La Camera di Commercio di Roma mette a disposizione 470mila euro per le aziende locali. Contribuiti anche da BNL e SACE per le imprese italiane per l’esportazione dei prodotti Made In Italy

La Camera di Commercio di Roma ha riattivato il bando per la concessione di voucher alle piccole e medie imprese stanziando 470mila euro con l'obiettivo di favorire percorsi di internazionalizzazione.

Le prenotazioni sono gestite dalla Cna, Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa, attraverso lo Sportello Impresa Globale che fornirà l'assistenza alle imprese.

 

I SOGGETTI DESTINATARI

I soggetti destinatari del finanziamento sono le micro, piccole e medie imprese aventi sede legale o operativa nella provincia di Roma e che partecipino a manifestazioni fieristiche internazionali, missioni commerciali all'estero, incoming selezionati da Paesi esteri e che intendono usufruire di servizi di assistenza diretta per la consulenza e il supporto all'internazionalizzazione finalizzato anche all'innovazione tecnologica.

 

IL BANDO

Il bando presenta quattro tipologie di iniziative: Misura A - assistenza diretta e supporto per l'internazionalizzazione; Misura B - partecipazione a missioni economiche; Misura C -  partecipazione a fiere internazionali; Misura D - partecipazione a incoming di operatori esteri e buyer a Roma.

Il contributo copre mediamente l'80% delle spese sostenute dalle imprese a seconda della tipologia prevista del bando stesso. La Camera di Commercio di Roma eroga i contribuiti dal 1° giugno fino all'esaurimento dei fondi.

 

I SOGGETTI ATTUATORI

La domanda per il contributo deve essere contestuale alla partecipazione da parte delle imprese a uno dei programmi di attività previsti dai “soggetti attuatori”, questi ultimi già individuati precedentemente dalla Camera di Commercio. Infatti, l'Ente pubblica sul proprio sito (www.rm.camcom.gov.it) l'elenco completo e il Calendario delle iniziative.

 

L'impresa interessata all'attività deve rilasciare un'apposita delega al soggetto attuatore che si occupa di inoltrare la domanda all’ente, che verifica la copertura dei costi autorizzando o respingendo la richiesta.

Inoltre, il contratto di servizio fra i due interessati deve essere stipulato entro 30 giorni dalla prenotazione del contributo, pena la decadenza dal voucher.

 

FONDI PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI

Finanziamenti sono in arrivo anche per le imprese dell’agroalimentare. BNL Gruppo BNP Paribas e SACE hanno infatti deciso di investire sull'internazionalizzazione delle aziende attive in questo settore, mettendo a loro disposizione 150 milioni di euro.

Il progetto “FoodExport” mira a stimolare la crescita economica delle aziende supportandole per gli investimenti commerciali, produttivi o promozionali nel medio e lungo periodo.

Le imprese potranno avere accesso a soluzioni assicurativo-finanziarie idonee a supportare e semplificare l'ingresso e l'operatività sui mercati globali. In particolare, potranno beneficiare di assicurazioni e crediti internazionali, finanziamento delle sedi all'estero, tesoreria internazionale, mitigazione del rischio di cambio, garanzie di fornitura e finanziamento degli acquirenti esteri.

 

Grazie a FoodExport le imprese agro-alimentari potranno beneficiare del servizio di “factoring internazionale”, uno strumento in grado di supportare il business delle imprese nostrane mitigando i rischi di credito e ottimizzando la gestione di incassi e pagamenti.