Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Migliori serie tv del 2016, le 7 da scegliere per la maratona di Natale

  1. Home
  2. My generation
  3. Migliori serie tv del 2016, le 7 da scegliere per la maratona di Natale

Da Sorrentino a Mr. Robot. Da Stranger things a Gomorra 2. Se non le avete viste dovete assolutamente recuperare prima di far iniziare il nuovo anno

Natale, Capodanno ed Epifania. Molte ore libere. Se la tombola e il sette e mezzo non fanno per poi, scegliete divano e pigiama. Mettetevi comodi e godetevi una lunga maratona di una di queste serie.

Dalle 10 ore di The young Pope alle 53 di Orange is the new black. Dalle continue citazioni anni ’80 di Stranger things a The Crown, la serie che è costata 100 milioni dollari a Netflix. Abbiamo scelto per voi le migliori serie tv del 2016 che dovete assolutamente recuperare prima di far iniziare il nuovo anno.  

STRANGER THINGS: BACK IN ‘80

È stata definita come la serie che tutti i nostalgici degli anni ’80 dovrebbero vedere. Stranger things, andata in onda per Netflix a luglio. Otto episodi assolutamente da vedere tutto d’un fiato. Una via di mezzo tra Goonies e ET. I veri protagonisti sono tre ragazzini appassionati di Star Wars che sono alla ricerca disperata di un loro amico scomparso. Tra una pedalata e l’altra incroceranno una ragazzina dotata di super poteri. Immancabile nelle migliori serie tv del 2016.

SORRENTINO DA RECORD: THE YOUNG POPE

Sorrentino è quel regista italiano che o si ama o si odia. Per la prima volta ha deciso di cimentarsi con quella che non può essere definita serie tv, ma un lungometraggio di 10 ore (poi suddiviso in puntate). Se non siete tra quel milione e mezzo di spettatori di The young pope, vi consigliamo di programmare una maratona. A vestire i panni del giovane papa Lenny Belardo è Jude Law. Un pontefice fuori dagli schemi, machiavellico e manipolatore. Nel cast troverete Silvio Orlando e una Suor Mary, interpretata da Diane Keaton: indimenticabile la sua maglietta con scritto “I’m a virgin but this is an old shirt”.

THE PREACHER: DIABOLICAMENTE DEMENZIALE

A maggio hanno presentato la serie The Preacher, il predicatore. Forse non l’avete sentita nominare, ma se siete appassionati del soprannaturale demenziale non potete perdervela. La ricetta prevede: un predicatore violento impossessato, la sua ex ragazza e un vampiro irlandese. La follia di questa serie le fa guadagnare i primi posti tra le migliori serie tv del 2016.

ORANGE IS THE NEW BLACK, LA SERIE AD ALTO TASSO DI FERORMONI

La serie americana Orange is the new black quest’anno è arrivata alla sua quarta stagione. La protagonista, Piper Chapman è una ragazza borghese che si trova a scontare la sua pena per riciclaggio di denaro in un carcere femminile. La serie è un mix di divertimento e di denuncia della mancanza di umanità e del sovraffollamento delle prigioni. Se non ne avete mai sentito parlare, prendetevi 53 ore per poter fare una maratona dell’intera serie.

MR. ROBOT: LA SERIA ANSIOGENA

Il ragazzo con il cappuccio nero, depresso e stalker, non sembra un personaggio semplice. Eppure il protagonista di Mr. Robot ci ha conquistati tutti. Elliot è l’informatico insurrezionalista che ha hackerato una multi nazionale per poter salvare l’umanità dal debito con le banche. La prima stagione è stata un fulmine a ciel sereno. Nella seconda, un po’ più debole rispetto alla prima, vengono chiariti alcuni misteri lasciati in sospeso.

GOMORRA 2: SE ANCORA NON L’HAI VISTA, VIENET A PIGLIÀ O PERDON

Per restare in patria, dovete assolutamente recuperare gli ultimi capitoli della serie Gomorra. Prodotta da Sky, e tratta dal best seller di Roberto Saviano. Nella seconda stagione si continuerà a parlare della famiglia camorrista dei Savastano e dei loro concorrenti. La serie che ha stupito il mondo. Di diritto le tra migliori serie tv del 2016. 

LA SERIE TV SULLA REGINA PIÙ LONGEVA DELLA STORIA

Se siete alla ricerca di una serie più “blanda” ed elegante The Crown fa al caso vostro. Netflix ha dovuto sborsare quasi 100 milioni di dollari per produrla e ha fatto bene: è sicuramente fra le migliori serie tv del 2016. Non deve essere stato altrettanto facile dover creare un ritratto il più possibile vicino a quello delle regina d’Inghilterra, Elisabetta II.