Sorgenia
cerca
Accedi accedi

“Il cliente al centro del nuovo mercato dell'energia”

  1. Home
  2. What's next
  3. “Il cliente al centro del nuovo mercato dell'energia”

Il ruolo di consumatori e fornitori cambia con l’innovazione digitale. Se ne è parlato al secondo appuntamento del Manifesto per l’Energia del futuro. Ma la liberalizzazione potrebbe slittare

L’abolizione della mercato di maggior tutela e quindi l’effettiva liberalizzazione del mercato dell’energia potrebbero slittare di altri sei mesi: non più gennaio, ma giugno 2018. Indipendentemente dalla data, però, gli attori del settore – aziende, regolatori e associazioni dei consumatori – sono tutti d’accordo: la liberalizzazione sarà un’opportunità per migliorare il livello dei servizi e mettere il cliente al centro del nuovo mercato. D’altronde, l’innovazione tecnologia permette già oggi questo salto qualitativo.

 

Riflessioni che sono state al centro del secondo incontro del Manifesto per l’energia del futuro, iniziativa promossa da Sorgenia, Edison, Engie ed E.ON in collaborazione con alcune associazioni dei consumatori. Così Simone Lo Nostro, Direttore Mercato e ICT Sorgenia, ha spiegato il senso dell’evento.

 

  

“IL CLIENTE AL CENTRO, GRAZIE ALL’INNOVAZIONE”

È dunque l’innovazione, con tutte le opportunità che mette a disposizione dei consumatori, a rendere ancora più urgente la definitiva liberalizzazione del mercato dell’energia. [FPC1] Se da una parte c’è la volontà di creare un quadro di riferimento in cui le aziende possano competere liberamente, a tutto vantaggio dei consumatori, dall’altra la tecnologia offre all’utente finale, oggi più che mai, la possibilità di essere il vero protagonista di questo processo. Da una parte, dunque, il ddl Concorrenza, che liberalizza il mercato e che dovrebbe diventare legge a breve, dall’altra un momento storico particolarmente favorevole alla ridefinizione dell’intero mercato dell’energia e delle dinamiche fornitore/consumatore. Concetto ribadito anche da Ivan Ortenzi, guru dell’innovazione partner di Ars et Inventio, tra i protagonisti della giornata.

 

“IL PROVVEDIMENTO ENTRO UN MESE”

All’evento ha partecipato anche il senatore Salvatore Tomaselli, Relatore del ddl Concorrenza al Senato. “Abbiamo chiuso la parte Energia del testo, rendendo cogente la data, sia essa a gennaio o a giugno – ha detto Tomaselli – . Già la prossima settimana il testo passerà all’aula, contiamo di licenziare il provvedimento tra la fine di giugno e la prima settimana di luglio”. Alberto Biancardi, componente dell'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico, ha invece ribadito il potenziamento nel nuovo mercato del bonus sociale e degli strumenti di comparazione fra le offerte dei fornitori.

 

 

I provvedimenti approvati in Commissione prevedono dunque che la data fissata, sia a gennaio a giugno, non possa essere prorogata ulteriormente. Sarà inoltre l’Acquirente unico il responsabile del portale che dovrà rendere disponibili le informazioni ai consumatori. La piattaforma dovrà essere online entro cinque mesi dall'entrata in vigore della legge.