Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Expo 2015, un plafond da 15 miliardi per le pmi da Intesa San Paolo

  1. Home
  2. What's next
  3. Expo 2015, un plafond da 15 miliardi per le pmi da Intesa San Paolo

Un padiglione di 1000 mq2 per le aziende, 30 milioni investiti tra servizi e attività: le iniziative del gruppo “official global partner” dell'evento

“L'impegno di Intesa San Paolo per Expo è particolarmente significativo, perché al sostegno finanziario aggiunge lo sforzo di riempire di contenuti la sua presenza”. Carlo Messina, ceo di Intesa San Paolo, spiega così la partecipazione del gruppo all'esposizione universale di Milano. Qualche numero: 1000 metri quadrati di padiglione progettato dall'architetto Michele De Lucchi per dare ospitalità e visibilità alle pmi italiane, un platfond di 15 miliardi di euro per lo sviluppo delle imprese made in Italy attraverso nuove linee di credito, che si aggiungono a 30 milioni di euro investiti dal gruppo bancario in qualità di “official global partner” dell'Expo 2015 tra servizi e attività.

DUE VETRINE INTERNAZIONALI PER LE PMI

Un contributo importante, quello di Intesa San Paolo, rivolto soprattutto alle piccole e medie imprese che, per ragioni economiche e di grandezza, difficilmente potrebbero partecipare all'Expo 2015. “Daremo ospitalità e visibilità alle pmi italiane che sono il punto di forza del paese” sostiene Messina: circa 200 tra piccole e medie imprese clienti di Intesa San Paolo saranno selezionate e ospitate all'interno del padiglione grazie al progetto “Candida la tua impresa”, una vetrina di rilievo mondiale che permette non solo di far conoscere realtà e business altrimenti relegati a livello regionale o nazionale, ma anche di partecipare ad incontri B2B o B2C con investitori internazionali.

Attenzione anche alle eccellenze italiane con il portale “Created in Italia dedicato a far conoscere il made in Italy in tutte le sue forme, soprattutto in vista dell'Expo 2015. 

Leggi anche:  Online il portale Extended Expo per le imprese in campo IT 

 

LE INIZIATIVE COLLATERALI PER EXPO 2015

I mille metri quadrati del padiglione Intesa San Paolo saranno luogo di allestimenti multimediali, opere d'arte (tra cui “Officine a Porta Romana” di Boccioni) e una filiale tecnologica, che faranno da cornice alle iniziative dedicate ad imprese e visitatori. “Un vero simbolo della spina all'innovazione” nella parole di Carlo Messina, che si traduce anche in una serie di iniziative parallele: servizi di ticketing, supporto bancario e finanziario ai 144 Paesi che parteciperanno all'evento, organizzazione di un palinsesto di eventi culturali e artistici legati ai temi di Expo 2015.

Per approfondire: Da Londra 1851 a Milano 2015, la storia dell'Esposizione Universale