Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Ecobonus 2017, guida alla detrazione fiscale del 65% per l’efficienza energetica

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Ecobonus 2017, guida alla detrazione fiscale del 65% per l’efficienza energetica

Confermata la misura per il miglioramento delle performance energetiche degli edifici. La detrazione aumentata fino al 75% per alcuni interventi, ecco quali

La buona notizia del nuovo anno è che avremo un Ecobonus 2017: la detrazione fiscale del 65% per l’efficienza energetica è stata prorogata, con importanti novità. La Legge di Stabilità approvata a dicembre, che ha confermato lo strumento, ha alzato infatti la soglia detraibile al 75%, ma solo per gli interventi effettuati nei condomini.  

ECOBONUS 2017, COSA C’È DA SAPERE

L’Ecobonus offre la possibilità di detrarre fino al 65%, e oltre nei casi dei condomini, delle spese sostenute per il miglioramento dell’efficienza energetica di un edificio esistente. Su ogni intervento di efficientamento energetico dell’edificio è possibile detrarre da un minimo di 30mila euro fino a 100mila euro (il 65% di una spesa totale di 154mila euro). Per la coibentazione termica di pareti e soffitti o sostituzione di finestre e serramenti è possibile detrarre fino a 60mila euro. Stessa cifra anche per l’installazione di pannelli solari e termici. 

ECOBONUS 2017: LE NOVITÀ

La vera novità dell’Ecobonus 2017 è l’aumento della percentuale detraibile in base all’entità degli interventi di efficientamento energetico nei condomini. Si parte dalla detrazione fiscale del 65% come per le singole abitazioni fino ad arrivare ad un 70% se i miglioramenti riguardano più del 25% dell’intero edificio.

Lo sconto potrà raggiungere anche il 75% se i lavori interessano il miglioramento delle prestazioni energetiche invernali ed estive. Gli incentivi per queste tipologie di interventi saranno validi sulle spese dei lavori effettuati tra il 1° gennaio 2017 fino a dicembre 2021. La detrazione fiscale, verrà calcolata su un massimo di 40mila euro per unità abitativa che compongono il condominio. Anche in questo caso il rimborso avverrà in 10 anni.  

ecobonus.jpg

GLI INTERVENTI INSERITI NELL’ECOBONUS 2017

Tra gli interventi che possono essere detratti con l’Ecobonus sono compresi i lavori che interessano il rivestimento esterno dell’abitazione, l’installazione di pannelli solari e la posa di schermature solari (scuri, tende veneziane e per il tetto, e tapparelle). Saranno rimborsabili anche le sostituzioni degli impianti di riscaldamento.  

GLI INTERVENTI NON COMPRESI NELL’ECOBONUS 2017

Non sono comprese nell’Ecobonus le spese effettuate per la costruzione di un nuovo immobile. Le migliorie energetiche devono interessare edifici già esistenti, di qualunque categoria catastale, dagli edifici rurali a quelli per attività professionali. Per attestare l’esistenza dell’edificio è sufficiente presentare il documento di iscrizione al catasto o dalla richiesta di accatastamento, oppure dal pagamento dell’imposta comunale (Ici/Imu).  

COME USUFRUIRE DELL’ECOBONUS

Anche per l’Ecobonus 2017 non variano le modalità per usufruire della detrazione fiscale del 65% per l’efficienza energetica. Tutti i pagamenti per i lavori dovranno essere fatti con bonifico bancario o postale e verranno rimborsati in dieci anni, con rate dello stesso importo. Ricordatevi di conservare tutta la documentazione tecnica che attesta i lavori di ristrutturazione e i pagamenti effettuati.