Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Ecobonus 2014, cosa e quanto si può detrarre

  1. Home
  2. Smart energy
  3. Ecobonus 2014, cosa e quanto si può detrarre

Le agevolazioni agli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica sono contenute nella Legge di Stabilità che oggi va all’esame della Camera. Come funzionano

La Legge di Stabilità 2014 arriva alla Camera dei deputati. Dopo l’approvazione della Commissione bilancio, il provvedimento passa all’esame dell’aula di Montecitorio. Nessuna modifica però dovrebbe interessare la parte sull’ecobonus e in particolare sulla proroga al 31 dicembre 2014 delle agevolazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica degli edifici e di ristrutturazione.

 

COSA SI PUÒ DETRARRE

Si possono detrarre le spese per la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento e per la climatizzazione invernale, per il miglioramento termico dell’edificio. Se accompagnato a un intervento di rinnovamento, anche l’acquisto di mobili ed elettrodomestici efficienti (di classe energetica A+ o superiore) dà diritto a un bonus.

 

QUANTO SI PUÒ RISPARMIARE

Il testo della legge – approvata dal Governo il 15 ottobre e poi in prima lettura dal Senato a fine novembre – prevede la proroga delle detrazioni per un anno, fino al 31 dicembre 2014, mantenendo le percentuali attualmente in vigore: del 50% sull’imponibile Irpef o Ires per le ristrutturazioni di edifici, 65% per la riqualificazione energetica. Esistono dei tetti di detrazione massima, fissati a 100.000, 60.000 e 30.000 euro a seconda del tipo di intervento.

 

COME FUNZIONA

Le spese sostenute devono essere riportate nella dichiarazione dei redditi.

 


 

La normativa di riferimento: