Sorgenia
Accedi accedi

Una vetrina (gratuita) per le pmi italiane a Londra: The Italian Community

Il portale offre un elenco di professionisti in vari settori, la possibilità per i clienti di inserire recensioni sui servizi e una sezione con le offerte per chi vuole inviare il proprio cv

Avvocato, ristoratore, dentista, arredatore: sono ormai tantissime le opportunità che Londra offre a chi è in cerca di un lavoro. Per aiutare i giovani professionisti italiani che vogliono trasferirsi nella City è nata una comunità online dedicata a startupper e imprenditori: The Italian Community, un portale web dove i liberi professionisti italiani ma residenti in UK possono farsi trovare dai clienti.

L’idea è quella delle “vecchie” Pagine Gialle: esiste una White Basic Listing gratuita alla quale è possibile iscriversi, indicando il proprio settore di attività, contatti email e telefonici e il link al sito web. Più dei tradizionali elenchi cartacei, però, The Italian Community dà la possibilità ai consumatori di valutare il servizio ricevuto, aumentando la visibilità dei professionisti meglio recensiti.

La bacheca di Italian Community ospita anche uno spazio con le offerte di lavoro, in cui è possibile inviare il proprio cv e consultare le posizioni aperte all’interno della comunità dei professionisti italiani.

Secondo dati del Consolato generale d’Italia a Londra, all’inizio del 2014 erano oltre 220.000 gli italiani iscritti all’Anagrafe dei residenti all’estero: un numero che cresce al ritmo di 1.500 nuove iscrizioni ogni mese, cui vanno aggiunti oltre 22 mila visti di studio e lavoro rilasciati nel corso del 2013. Sempre nell’arco del 2013 il Consolato ha emesso 13.800 passaporti e lavorato 3.200 istanze di Stato civile. Cambia anche l’identikit di chi si trasferisce nel Regno Unito: sempre più i professionisti in campo artistico-culturale ed economico-finanziario. 

 

Federica Ionta

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Energie Sensibili seguici su Facebook Twitter.