Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Il navigatore antismog che aiuta la ricerca (e si attacca alla bici)

Si chiama Monica e permetterà di realizzare mappe in real time della qualità dell’aria. Si tratta del primo progetto italiano di citizen science

Conoscere in tempo reale la qualità dell’aria che si sta respirando, contribuendo a realizzare una mappatura in real time dello smog nelle nostre città. È l’obiettivo della campagna #TeLoDiceMONICA, lanciata dall’Enea (l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile). Si tratta del primo progetto italiano di “citizen science”. Letteralmente: la scienza dei cittadini.

 

COS’È MONICA

La rilevazione, a cui potranno partecipare tutti i cittadini, viene condotta attraverso un piccolo dispositivo, che potrà essere agganciato alla bici, piuttosto che a un passeggino a uno scooter. Lo smog tracker è grande quanto un hard disk esterno e sarà gestito da un’applicazione mobile.

La scatolina sarà in grado in tempo reale di fornire misurazioni del livello di esposizione agli agenti inquinanti nell’aria, come monossido di carbonio, biossido di azoto e ozono, a cui sei sottoposto.

 

UNA MAPPA DELLA QUALITÀ DELL’ARIA

“L’idea – spiega Federico Testa, presidente Enea - è partita da un gruppo di giovani ricercatori, convinti dell’importanza di sperimentare nuove tecnologie e, allo stesso tempo, modalità innovative per comunicarle, in modo da avvicinare il pubblico alla ricerca scientifica, evidenziandone le ricadute positive nella vita di tutti i giorni”. Camminando, correndo o andando in bici potremo partecipare attivamente a una ricerca scientifica e contribuiremo ricreare delle vere e proprie mappe green, che evidenzieranno le vie delle città in cui l’aria è più respirabile.

 

LA CAMPAGNA #TELODICEMONICA

L’Enea ha lanciato una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Eppela per finanziare l’intero progetto. “L’obiettivo – spiega - non è solo di trovare finanziamenti in tempi notoriamente complessi per la ricerca, ma di sperimentare un approccio di comunicazione diretta, partecipata e consapevole ai problemi dell’ambiente e della salute”.