Sorgenia
Accedi accedi

Il frigorifero non raffredda? Le 5 cause

Se l’elettrodomestico non funziona bene andrebbero controllati il termostato, le guarnizioni e il compressore. Ecco una breve guida

Il vostro frigorifero non raffredda in modo adeguato? Prima di chiamare un tecnico è possibile verificare (da soli) lo stato dell’elettrodomestico, risparmiando tempo e denaro. Le cause del malfunzionamento sono in genere cinque. Spesso può essere sufficiente una pulizia o sostituzione della guarnizione, mentre altre volte andrebbero cambiati alcuni elementi come: termostato, compressore e scheda elettronica.

Ecco una breve guida alle cause che portano al malfunzionamento dell’elettrodomestico.

 

FRIGORIFERO NON RAFFREDDA: LE GUARNIZIONI

Se constatate che il vostro frigorifero non funziona a dovere dovreste prima controllare bene la guarnizione, ovvero quell’anello di gomma che circonda la porta del frigo. È l’elemento essenziale che mantiene le basse temperature impedendo la dispersione del freddo e quindi spreco energetico.

Se a prima vista notate che la guarnizione è danneggiata vuol dire che è arrivato il momento di sostituirla. Prima di procedere assicuratevi che il frigorifero sia staccato dalla spina elettrica e poi provvedete a rimuoverla. La nuova guarnizione si può acquistare in ferramenta o direttamente online, assicurandovi che sia della marca e delle dimensioni del vostro frigorifero. Online potete trovare diversi tutorial che vi mostrano come modificare la guarnizione in modo semplice e veloce. Cercate quello sulla marca del vostro frigo, o almeno di un modello simile.

 

FRIGORIFERO NON RAFFREDDA: TERMOSTATO

Se il frigorifero non mantiene basse temperature potrebbe essere colpa di un termostato regolato male. Impostate la temperatura più bassa e verificate se il frigo mantiene un raffreddamento costante. Se la regolazione non porta ad un miglioramento è consigliato procedere con la sostituzione del termostato. Potete trovarlo su Amazon a un prezzo di circa 15 euro.

Una volta acquistato, rimuovete il pannello di protezione del termostato vecchio e procedete con l’installazione di quello funzionante, avendo cura di non danneggiare i fili che dovrete staccare dal dispositivo danneggiato e collegare al nuovo. Una volta sostituito, controllate che il frigorifero mantenga una temperatura costante almeno per otto ore.

 

SOSTITUZIONE DEL COMPRESSORE

Se una volta sostituito il termostato il frigorifero continua a non raffreddare, potrebbe essere colpa del compressore, che si trova nella parte posteriore dell’elettrodomestico. La sostituzioni di questo elemento è un’operazione molto più delicata e complessa ed è quindi consigliabile contattare un tecnico specializzato. Fatevi aiutare con la scelta del nuovo compressore, anche in base alla marca del vostro frigorifero.

Potete trovare anche i compressori su Amazon, a un prezzo variabile tra i 100 e i 500 euro.

 

CONTROLLATE LA RESISTENZA DEL FRIGORIFERO

Se il vostro frigorifero non raffredda a dovere dovreste controllare lo stato della resistenza, che si trova nella parte posteriore dell’elettrodomestico. La resistenza è la componente diretta responsabile dello sbrinamento che, se danneggiata, può causare la formazione di ghiaccio in eccesso e quindi impedire al frigo di mantenere le basse temperature.

Si può verificare lo stato della resistenza attraverso l’uso di un tester, o multimetro, un dispositivo elettronico che permette di misurare tensione, corrente e resistenza elettrica. Procedete posizionando un puntale del tester sul contatto della resistenza e l’altro per terra. Se il dispositivo segna zero, la resistenza sta funzionando, in caso contrario va sostituita. Anche in questo caso è consigliato consultare un tecnico specializzato.

Vale la pena effettuare questo test, dato il costo relativamente basso di un multimetro (se ne trovano a poche decine di euro).

 

SCHEDA ELETTRONICA

Infine, potrebbe essere necessario controllare la scheda elettronica dell’elettrodomestico. Prima provvedete a staccare la corrente di casa per poi smontare la scheda verificando che non vi siano presenti delle bruciature. Se alcune parti dell’elettrodomestico non funzionano a dovere, la scheda elettronica sarà in grado di segnalare i guasti tramite delle spie. Se non si notano bruciature o spie accese probabilmente la scheda è difettosa e andrebbe sostituita.

È possibile acquistare una nuova scheda su Amazon, ad un prezzo di circa 100 euro. Per la sostituzione vi consigliamo di consultare il vostro elettricista di fiducia.